FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Inter pazza di Inzaghi e il club pensa al rinnovo: il piano di Marotta e i tempi

Inter pazza di Inzaghi e il club pensa al rinnovo: il piano di Marotta e i tempi

L'ottima impatto del tecnico sull'ambiente nerazzurro ha accelerato il piano per il rinnovo

Gianni Pampinella

Non era facile sostituire chi, Antonio Conte, aveva riportato lo scudetto a Milano dopo 10 anni. Invece Simone Inzaghi è entrato ad Appiano in punta di piedi e, senza stravolgere l'impianto di gioco, ha aggiunto quelle che sono le sue idee per un calcio più propositivo e che diverte. Il tecnico ha conquistato l'Inter, ecco perché il club pensa già al rinnovo di un contratto che scade nel 2023. "Il tecnico sta convincendo tutti di potere essere l’uomo adatto per aprire qualcosa di simile a un ciclo. Sia i tifosi, ormai adoranti dopo lo scetticismo iniziale, sia il management che ha un preciso progetto", spiega la Gazzetta dello Sport. "Non solo è sempre più convinto della scelta dell’allenatore in estate, ma vuole pure rilanciare presto quella scommessa. Tra non molto, quando si entrerà nel cuore della stagione, a meno di terremoti che per ora non si intravedono, si affronterà l’argomento rinnovo. È prevedibile, se non scontato, il buon esito, anche perché pure Simone è assai felice a Milano".

 Getty Images

"L’a.d. Beppe Marotta, d’accordo con il d.s. Piero Ausilio, è convinto della bontà di un’antica legge non scritta nel pallone: è sempre preferibile non lasciare mai un allenatore con un solo anno di scadenza alle spalle. In questo mestiere la stabilità aiuta a rendere giorno dopo giorno, mese dopo mese. Per questo, alla fine di questa annata si sarebbe parlato comunque di un prolungamento, ma sono i risultati ad imporre un’accelerata. Già intorno a marzo ci si siederà al tavolo per discutere dell’estensione di un paio d’anni con un adeguamento economico. Toccare sei milioni è un orizzonte credibile anche perché Simone sta dimostrando con i fatti di essere salito a un livello superiore del videogioco. Non più solo un allenatore di talento da formare, adesso è un condottiero fatto e finito per vincere". L'obiettivo è un rinnovo fino al 2025.

(Gazzetta dello Sport)

 

tutte le notizie di