Inter, rivoluzione ad Appiano: altro che Piazza d’Armi, Suning cambia idea e rilancia

Inter, rivoluzione ad Appiano: altro che Piazza d’Armi, Suning cambia idea e rilancia

Nel progetto di Suning c’è anche la sistemazione del centro di allenamento dell’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Non solo il riammodernamento di San Siro nel progetto dell’Inter, il club nerazzurro pensa in grande e vuole rifare il look anche del centro d’allenamento di Appiano Gentile. Nel recente passato si era parlato di lasciare l’attuale centro per sistemare insieme prima squadra e giovanili nella zona di San Siro, ora l’Inter ha deciso di mettere sul piatto un bel tesoretto per la Pinetina. Come si legge su La Gazzetta dello Sport “Lo spazio «tecnico», occupato oggi da 5 campi, di cui uno coperto, resterà quello di sempre, visti i vincoli imposti dal Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate, all’interno del quale si trova il centro di allenamento ispirato da Helenio Herrera e realizzato grazie ai soldi di Angelo Moratti: niente «gabbia» alla Orrico, niente muro stile Lippi. Per essere al livello dei top club europei – Real Madrid e Tottenham sono i modelli seguiti dai nerazzurri – si continuerà a lavorare su tutte le infrastrutture”.

ALBERGO “A partire dalla fine di maggio, appena chiuso il campionato, al «Centro Suning in memoria di Angelo Moratti» (questo il nome della Pinetina dal 20 dicembre 2016) si metterà in piedi il cantiere e inizieranno i lavori per la costruzione di una nuovissima palazzina davanti ai campi destinata a «migliorare» il comfort della squadra. In 9-10 mesi, quindi fine dei lavori tra marzo e aprile del 2020, nascerà un albergo vero e proprio che sostituirà la foresteria di oggi, che ha le stanze dei giocatori e dello staff tecnico divise in più zone. Nel nuovo blocco, nel rispetto dei «limiti» ecologici imposti dal parco, ci saranno nuove camere, la club house, il ristorante. I giocatori avranno più privacy, ma anche le zone pubbliche saranno più spaziose e moderne. Nella primavera del 2020 comincerà la fase due del nuovo look: a quel punto, infatti, si rifarà la palazzina già esistente, dando più spazi a Inter Tv, alla Inter Media House, agli uffici, agli spazi comuni. Più comfort per tutti ma ovviamente un occhio di riguardo per la squadra: d’altra parte l’idea di offrire sempre di più ai giocatori è stata cavalcata anche da Juve e Milan”.

SEDE – “Il 2019 sarà l’anno in cui l’Inter si tufferà nel futuro. Tra maggio e giugno la sede del club sarà trasferita da corso Vittorio Emanuele, tra il Duomo e San Babila, in via della Liberazione, nel cuore di Porta Nuova, il quartiere dei grattacieli. Poi si faranno passi importanti anche per la questione stadio, la priorità della famiglia Suning per poter trovare nuovi, importantissimi guadagni e ridurre il gap con le società più ricche d’Europa“, riporta Gazzetta.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy