Juan: “Io e Cou, insieme per far tornare l’Inter vincente. Resto 10 anni e poi…”

di Daniele Mari, @marifcinter

Juan Jesus, intervistato da Globoesporte, ha parlato delle differenze tra il calcio italiano e quello brasiliano, del suo rapporto con compagni e avversari e del suo futuro, sempre più nerazzurro. Fcinter1908.it ha raccolto le sue parole: “Il calcio italiano è più tattico rispetto a quello brasiliano. Non ci sono partite facili, tutte le squadre hanno una loro impostazione e ti puniscono al primo errore. Sono un ragazzo tranquillo, mi piace stare a casa, andare a cena fuori o a casa di Coutinho a giocare ai videogame. Mi vedo spesso anche con Robinho, le nostre fidanzate vanno d’accordo e vanno in palestra insieme. Non vedo molto Pato perché lui fa più vita sociale

Idee chiare sul futuro: “Arriviamo da una stagione pessima ma c’è stato un grande rinnovamento in squadra. Io sto giocando molto e anche Coutinho. Stiamo cercando di far tornare l’Inter a vincere. Io voglio restare in Italia 10 o 12 anni ma poi voglio tornare e chiudere la carriera nell’Internacional. Voglio tornare per aiutare il club a conquistare altri trofei”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy