Lautaro triplica il suo valore e punta la clausola di 111 milioni: contromossa Inter per blindare il suo gioiello

Lautaro triplica il suo valore e punta la clausola di 111 milioni: contromossa Inter per blindare il suo gioiello

L’argentino continua ad aumentare il suo valore a suon di gol e l’Inter prova a blindarlo

di RedazioneFC1908
L'Inter prova a blindare Lautaro Martinez

Dopo un avvio di stagione in chiaroscuro con più occasioni mancate rispetto a quelle realizzate, nel primo momento clou della stagione Lautaro Martinez si è fatto trovare pronto. Il numero 10 dell’Inter ha realizzato due reti nel giro di pochi giorni contro avversari come Barcellona e Juventus. Due gol che non sono bastati per conquistare punti ma che hanno confermato la grande crescita del ‘Toro‘.

Il Corriere dello Sport sottolinea che il valore dell’attaccante argentino si è già triplicato e continua a crescere: “Una crescita prepotente, la continua conferma di aver messo a segno un vero colpaccio. Lautaro Martinez, infatti, è ormai da considerare un gioiello, un gioiello che brilla sempre di più e che sta facendo e continuerà a fare le fortune dell’Inter. Il suo acquisto è stato definito nel febbraio 2018, bruciando la concorrenza prima dell’Atletico Madrid e poi del Borussia Dortmund, disposto a mettere sul tavolo oltre 30 milioni pur di far saltare il banco. Ma il Racing di Avellaneda, il club di Milito, ha rispettato gli accordi già presi con il ds nerazzurro Ausilio sulla base di un prezzo per il cartellino dell’attaccante di 22 milioni (tasse comprese), trattenendo però il 10% di un’eventuale futura rivendita. Ebbene, il valore del “Toro”, adesso, è da considerare triplicato, toccando ormai i 70 milioni. Continuando così, non impiegherà molto a raggiungere i 111 milioni della clausola contenuta nel suo contratto. Non a caso, il club di viale della Liberazione sta già trattando il prolungamento, con eliminazione dell’opzione di uscita. Meglio non rischiare sorprese, anche per il Barcellona, su input di Messi, compagno nella Seleccion, ha già fatto qualche pensierino sul ‘Toro’ “.

In un anno, Lautaro è cresciuto ed è diventato un pilastro dell’Inter: con la partenza di Icardi, il numero 10 è riuscito a guadagnarsi il proprio spazio, dimostrando di sapersi adattare e giocare in coppia sia con Lukaku che con Sanchez.

A impressionare nelle ultime settimane è stata la capacità di tenere sotto scacco prima la coppia Piquè-Lenglet e poi quella formata da Bonucci e De Ligt. Resta da limare un difetto non di poco conto, quella poca freddezza che lo ha portato a fallire qualche occasione di troppo.

Lautaro si è preso l’Inter ma anche l’Argentina. Dopo la sconfitta all’esordio in Coppa America, il commissario tecnico Lionel Scaloni non ha più rinunciato a lui ed è stato ripagato: in 14 presenze, il ‘Toro’ ha realizzato 9 reti. Un bottino importante per il classe 1997, presente e futuro del club nerazzurro e Albiceleste.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy