Inter, contro la Samp serve un Lautaro formato Nazionale: Conte attende nuovi segnali

I nerazzurri si affidano all’attaccante argentino

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Lautaro Martinez, Inter

L’Inter riparte da Lautaro Martinez: i nerazzurri, impegnati alle 18 sul campo della Sampdoria, cercano la sesta vittoria consecutiva in campionato, e per farlo puntano sull’attaccante argentino. Secondo quanto riporta Tuttosport Antonio Conte, nella logica di un turnover ragionato in vista degli incombenti impegni contro Barcellona e Juventus, si affiderà in attacco proprio all’ex Racing, partito dalla panchina contro la Lazio e a caccia del secondo centro stagionale dopo il gol al Cagliari.

UOMO DA TRASFERTA – “Sacrificato in casa, lottatore da battaglia in trasferta. Finora il destino di Lautaro Martinez in campionato è stato questo: tolta la prima gara casalinga con il Lecce e l’opaco debutto in Champions, il “Toro” si è preso la scena quando la squadra ha giocato fuori casa. A Cagliari ha segnato il suo unico gol in questa stagione, nel derby contro il Milan è stato una spina nel fianco per la difesa rossonera fino a quando Conte non l’ha tolto dal campo. Queste sfide, con Cagliari e Milan, sono state indubbiamente le due migliori prestazioni di Martinez, anche perché con Udinese prima e Lazio poi, il tecnico nerazzurro non l’ha schierato nell’undici titolare, preferendogli Politano. Oggi pomeriggio alle 18 a Marassi dovrebbe dunque ritoccare a lui: certezze non ve ne sono, Conte ieri è stato più criptico del solito quando è stato interpellato sulla formazione, ma nella logica delle rotazioni, l’argentino sembra destinato a una maglia da titolare“.

RIPOSA LUKAKU? – “Se poi al suo fianco ci sarà ancora Lukaku, il debuttante – dall’inizio – Sanchez o addirittura Politano, lo si capirà solo verso le 17, quando l’Inter comunicherà la formazione. Lukaku, in vista del doppio big match con Barcellona e Juventus dovrebbe rifiatare, ma Conte finora ha davvero fatto fatica a fare a meno del suo gigante e ha definito la sfida di oggi come la «gara della vita»; mentre Sanchez, dopo i due buoni spezzoni con Udinese e Lazio, confida di essere prima o poi schierato“.

FORMATO NAZIONALE – “L’Inter e Conte si aspettano un nuovo acuto da Martinez. L’argentino l’anno scorso è cresciuto alle spalle di Icardi e quando il connazionale si è ammutinato per la questione fascia, lui si è fatto trovare pronto. Il tandem con Lukaku deve essere ancora affinato, d’altronde i due non hanno mai giocato insieme in estate, “conoscendosi” in Inter-Lecce. Lautaro fisicamente sta bene, ma è evidente che il grande lavoro che fa in pressing e ripiegamenti difensivi gli abbia tolto lucidità negli ultimi 20 metri. Ma il giocatore c’è e la convocazione dell’Argentina per le amichevole di ottobre con Ecuador (9 ottobre) e Germania (13) ne è la dimostrazione. Anche perché Martinez proprio con la Selección sta avendo un rendimento straordinario, ben superiore, per esempio, allo stesso Icardi: il “Toro” ha giocato 13 volte con la nazionale e ha segnato ben 9 reti, 3 delle quali nell’ultima amichevole dell’11 settembre contro il Messico. Ma per l’Argentina c’è tempo, oggi l’Inter chiede a Lautaro di battere un colpo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy