Brescia-Inter 1-2: cuore e sofferenza, Lautaro e Lukaku trascinano i nerazzurri

Brescia-Inter 1-2: cuore e sofferenza, Lautaro e Lukaku trascinano i nerazzurri

L’Inter di Antonio Conte esce vittoriosa per 2 a 1 dalla trasferta di Brescia

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

BRESCIA – Con i denti e con la rabbia l’Inter torna da Brescia con tre punti e il provvisorio sorpasso ai danni della Juventus. I nerazzurri partono bene trovando il vantaggio con Lautaro che apre le danze. Primi 45 minuti di gioco in totale appannaggio dei ragazzi di Antonio Conte che però nella ripresa devono fare i conti con la voglia dei padroni di casa di acciuffare il pareggio. Proprio nel momento migliore delle rondinelli esce fuori Lukaku che con una progressione personale e conclusione a giro sul secondo palo infila Alfonso con un eurogol. I padroni di casa gettano il cuore oltre l’ostacolo e accorciano con con Bisoli che costringe Skriniar all’autogol e per poco non trovano il pareggio. Sofferenza finale con i nerazzurri che reggono l’urto del Brescia.

L’Inter tona provvisoriamente in vetta alla classifica in attesa della sfida di domani tra Juventus e Genoa. Il tour de force è appena cominciato.

BRESCIA – L’Inter di Antonio Conte entra nel vivo del tour de force che la vedrà protagonista questa sera a Brescia, sabato a Bologna e mercoledi prossimo a Dortmund per quella che sarà la sfida da dentro o fuori i nerazzurri. Contro le rondinelle non c’è spazio per il tournover vista la penuria di calciatori nella rosa interista falcidiata da infortuni. Il tecnico nerazzurro dovrà fare di necessità virtù per non perder terreno dalla Juventus impegnata domani sera contro il Genoa di Thiago Motta.

QUESTE LE FORMAZIONI UFFICIALI

BRESCIA (3-5-2): 22 Alfonso; 19 Mangraviti, 15 Cistana, 5 Gastaldello; 2 Sabelli, 25 Bisoli, 4 Tonali, 28 Romulo, 3 Mateju; 9 Donnarumma, 45 Balotelli.
A disposizione: 12 Andrenacci, 6 Ndoj, 7 Spalek, 8 Zmrhal, 18 Ayé, 21 Matri, 26 Martella, 29 Semprini.
Allenatore: Corini.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 De Vrij, 37 Skriniar; 87 Candreva, 5 Gagliardini, 77 Brozovic, 23 Barella, 18 Asamoah; 9 Lukaku, 10 Lautaro Martinez.
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 13 Ranocchia, 16 Politano, 19 Lazaro, 20 Borja Valero, 21 Dimarco, 30 Esposito, 34 Biraghi, 95 Bastoni.
Allenatore: Conte.

Arbitro: Fabbri.
Assistenti: Peretti, Di ​​​​​​Vuolo.
Quarto Uomo: Pasqua.
VAR e Assistente VAR: Aureliano, Schenone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy