copertina

Genoa-Inter 0-2: Lukaku non sente ragioni, D’Ambrosio ritrova la via giusta e l’Inter i tre punti

Per la quinta giornata del campionato di calcio di Serie A i nerazzurri fanno visita al Genoa

Redazione1908

GENOVA - Dopo lo stop in campionato e il pareggio in Champions League, torna alla vittoria l'Inter e lo fa sul campo del Genoa, trascinata dai gol di Lukaku e D'Ambrosio. Gara quadrata da parte nei nerazzurri che non rischiano nulla a Marassi e colpiscono nella ripresa dopo un primo tempo dove hanno comunque prodotto grande mole di gioco senza però trovare la via del gol.

Seconda gara consecutiva di Eriksen, l'uomo più atteso oggi. Il danese conferma i progressi e si rende protagonista di alcune giocate da appuntare, il cambio con Barella porta maggiore vivacità ed è proprio da una giocata del centrocampista nerazzurro che nasca il vantaggio di Lukaku.

Il raddoppio di D'Ambrosio arriva dopo 10 minuti, con il difensore lesto ad inserirsi su una girata di testa di Ranocchia su corner che probabilmente sarebbe finita in rete. Nel finale si rivede Nainggolan e debutta Pinamonti che ha una buona chance per fissare il risultato sul 3 a 0.

Segui la Cronaca Live qui:SERIE A TIM

GENOVA - L'Inter riparte dal campionato. Dopo il pareggio di Champions Antonio Conte ridisegna l'Inter cambiando nuovamente in difesa. Spazio a Ranocchia con D'Ambrosio e Bastoni ai lati. Turno di riposo per Barella, seconda consecutiva dal primo minuto per Eriksen. Il danese si accomoderà alle spalle di Lautaro e Lukaku mentre Darmian giocherà la sua seconda gara in nerazzurro. Panchina per Hakimi.

QUESTE LE FORMAZIONI UFFICIALI

GENOA (3-5-2): 1 Perin; 13 Bani, 2 Zapata, 5 Goldaniga; 18 Ghiglione, 11 Behrami, 47 Badelj, 65 Rovella, 99 Czyborra; 19 Pandev, 37 Pjaca.

A disposizione: 22 Marchetti, 32 Paleari, 14 Biraschi,16 Zajc, 21 Radovanovic, 23 Destro, 24 Melegoni, 55 Masiello, 61 Shomurodov, 70 Parigini, 88 Pellegrini, 90 Dumbravanu.

Allenatore: Rolando Maran.

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 36 Darmian, 22 Vidal, 77 Brozovic, 14 Perisic; 24 Erisken; 9 Lukaku, 10 Lautaro.

A disposizione: 27 Padelli, 35 Stankovic, 2 Hakimi, 6 de Vrij, 11 Kolarov, 23 Barella, 42 Moretti, 44 Nainggolan, 46 Vezzoni, 48 Carboni, 49 Satriano, 99 Pinamonti.

Allenatore: Antonio Conte.

Arbitro: Massa.

Assistenti: Alassio, Bottegoni.

Quarto Uomo: Manganiello.

VAR e Assistente VAR: Di Bello, Liberti

tutte le notizie di

Potresti esserti perso