Mercato Inter, rinforzi in ogni reparto. Sorpasso alla Juve per Szoboszlai e in attacco…

Mercato Inter, rinforzi in ogni reparto. Sorpasso alla Juve per Szoboszlai e in attacco…

Ausilio e Marotta si stanno dando da fare per rinforzare l’Inter della prossima stagione

di Andrea Della Sala, @dellas8427
L’Inter si muove per costruire quella che sarà la squadra del prossimo anno. Dopo Godin, ci saranno altri movimenti; l’inter in estate verrà notevolmente ritoccata: Ausilio e Marotta vogliono rinforzare ogni reparto. Dai terzini agli esterni d’attacco, ma soprattutto a centrocampo dove arriveranno i colpi più importanti. Sul taccuino dei dirigenti dell’Inter ci sono calibri da novanta come Rakitic e KroosModric e Kovacic, passando per Milinkovic-Savic e Ndombelè, giocatori che se cambieranno squadra attireranno le mire di tanti top club europei. Ma a centrocampo gli innesti potrebbero essere diversi visto che Vecino ha richieste, Joao Mario e Gagliardini andranno valutati, così come Borja Valero potrebbe decidere di tornare in Spagna per chiudere la carriera. Come noto l’Inter segue diversi giovani come BarellaThomas e Tonali, ma in questa sosta per le nazionali il ds Ausilio ha sguinzagliato tutti i suoi osservatori per seguire diversi altri profili che potrebbero interessare all’Inter per completare il reparto di centrocampo, ma non solo”, si legge su Tuttosport.

“Il nome cerchiato da mesi sul taccuino è quello di Dominik Szoboszlai, 18enne ungherese del Salisburgo, salito agli onori delle cronache mercatare italiane perché inserito nel famoso foglietto scritto dal ds juventino Paratici e ritrovato in un ristorante di Milano. Centrocampista moderno, forte fisicamente, ma molto tecnico, abile a disimpegnarsi in tutti i ruoli, tant’è che per l’ex ct dell’Ungheria ricorda il tedesco Kroos, ma per altri Milinkovic-Savic. Dopo aver fatto faville nella seconda squadra del Salisburgo (6 gol e 4 assist in 9 gare da agosto a novembre), da dicembre 2018 è stato promosso in prima squadra e nell’ultimo mese si è conquistato anche il posto da titolare, giocando per esempio nel 3-1 contro il Napoli del 14 marzo scorso. Giovedì ha esordito subentrando dalla panchina nella sconfitta dell’Ungheria contro la Slovacchia, ma ieri è stato invece schierato per la prima volta da titolare contro la Croazia e sulle tribune della Groupama Arena di Budapest era presente uno scout nerazzurro per seguirlo. Non sarà semplice strapparlo al Salisburgo, che già lo valuta più di 15 milioni, così come all’agguerrita concorrenza, ma Marotta vuole riuscire a piazzare un colpo in prospettiva. La prima scelta rimane Tonali, ma Szoboszlai è un nome da tenere presente nei prossimi mesi”, spiega il quotidiano.

 “A proposito di giocatori dell’Est europeo, osservatori dell’Inter sono stati avvistati in questi giorni anche a Lisbona per prendere appunti sul 23enne centravanti ucraino Roman Yaremchuk. Armadio di 191 cm, il giocatore è stato acquistato nel 2017 dai belgi del KAA Gent: in quest’annata ha segnato 12 gol in 36 partite e venerdì sera contro il Portogallo ha impressionato per la capacità di fare reparto. Seguita pure la gara fra Austria e Polonia, sfida decisa dal rossonero Piatek, ma nella quale sono state osservate le prove di due jolly austriaci come Sabitzer (25enne del Lipsia abile a districarsi in tutti i ruoli sotto punta nel 4-2-3-1, già sondato un anno fa) e una vecchia conoscenza come Valentino Lazaro. Giocatore nei radar del Napoli, ma che l’Inter aveva quasi acquistato nell’estate 2012 quando aveva solo 16 anni e incantava da trequartista nelle giovanili del Salisburgo. Oggi Lazaro ha 23 anni, gioca nell’Hertha Berlino e ha spostato il suo raggio d’azione a destra. Prevalentemente è un esterno di centrocampo (lì gioca in nazionale), ma in quest’annata il suo tecnico nella squadra di club, Dardai, lo ha trasformato in un terzino di spinta”, sottolinea Tuttosport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy