Nasce l’Inter di Conte: pronto 3-5-2 variabile. Con una certezza, un sogno e un’occasione

Nasce l’Inter di Conte: pronto 3-5-2 variabile. Con una certezza, un sogno e un’occasione

L’Inter è ormai pronta per l’annuncio di Antonio Conte, che arriverà dopo la gara contro l’Empoli

di Redazione1908

Sta nascendo l’Inter di Antonio Conte, idee che dovranno tradursi in fatti, nomi che riempiono i taccuini di Ausilio e Marotta, che hanno le idee chiare in merito a quello che dovrà essere il mercato in vista della prossima stagione. Ancora qualche giorno e poi l’Inter saluterà Spalletti, il nuovo allenatore si insedierà immediatamente, anche per fare qualche chiacchiera con i suoi prima delle vacanze, con Icardi su tutti, dato che l’argentino è l’uomo dal futuro più incerto, nonostante la società abbia già deciso per lui. Una scelta tecnica che Marotta ha già comunicato a Conte e che il tecnico salentino ha sposato, questo il motivo che spinge a pensare come anche Conte dirà a Icardi che per lui non ci sarà spazio, nel tentativo di convincere il numero 9 a considerare realmente la possibilità di andare via per lasciare spazio a Lukaku, desiderio dell’ex ct.

IL SOGNO – Ma su quali colonne si ergerà la nuova Inter di Conte? L’ex bianconero ha negli anni perfezionato la difesa a 3, ma se nella Juventus il modulo (3-5-2) non prevedeva l’utilizzo di esterni offensivi, al Chelsea, in alcune occasioni, è apparso meno integralista. Il 3-4-3 è un’idea affascinante e anche per questo motivo prende piede l’idea Federico Chiesa, che all’Inter non vorrebbero sacrificare come esterno a tutta fascia. Al momento è giusto dire che l’esterno viola è quasi un sogno, i Della Valle lo valutano tra i 70 e gli 80 milioni di euro e da corso Vittorio Emanuele si percepisce un po’ di freddezza in merito.

conte alza la premier league col chelseaL’OCCASIONE – Per la corsia di destra, invece, avanza la candidatura di Victor Moses, che arriva da una stagione non esaltante con la maglia del Fenerbahçe, ma che con Antonio Conte al Chelsea ha toccato il picco più alto della sua carriera. Marotta si era portato avanti con Danilo, ma il tecnico salentino ha per ora lasciato intendere come la possibilità di averlo in rosa non lo esalti particolarmente.

LA CERTEZZA – Mentre lo esalterebbe, e non poco, Romelu Lukaku in attacco, come dicevamo prima al posto di Icardi. I nerazzurri hanno già in mente l’offerta e mediante Pastorello la faranno pervenire agli inglesi: 35-40 milioni più il cartellino di Ivan Perisic, sempre attratto dalla possibilità di poter giocare in Premier.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy