Nuovo stadio, questa la soluzione prioritaria per il Comune. No di Inter e Milan e scatta…

Nuovo stadio, il Comune frena. I due club hanno pronto un piano B

di Gianni Pampinella
Stadio, Inter e Milan puntano sui cittadini
Mentre il Meazza si prepara a vivere un’altra notte da ricordare, per Inter e Milan ci sono problemi per la costruzione del nuovo stadio, perché il Comune frena. “Ieri pomeriggio a Palazzo Marino è andata in scena la seconda commissione consiliare, dalla quale è filtrata molta prudenza sull’ipotesi di demolire l’attuale storico impianto per costruirne uno nuovo con un investimento, a carico dei due club, di 1,2 miliardi (comprese le attività commerciali, i parchi e tutto il resto)“, si legge sul Corriere dello Sport. “I contrari sono al momento molti più dei favorevoli. E’ stato ribadito che entro mercoledì il Comune non darà nessuna risposta sulla pubblica utilità dell’opera e che un sì (via libera al progetto) o un no (bocciatura) sono rimandati a dopo il 14 quando in Comune ci sarà l’approvazione del Pgt ovvero il Piano di governo del territorio, lo strumento di pianificazione urbanistica. L’obiettivo a Palazzo Marino è quello di prendere tempo e di chiedere una proroga di trenta giorni. Basterà per avere una perizia, realizzata da terzi, per valutare i costi e i tempi di una ristrutturazione del Meazza, come da richiesta bipartisan dei consiglieri? Questa è la soluzione che il Comune ritiene prioritaria, mentre Inter e Milan l’hanno scartata e intendono andare avanti insieme. Se il Comune boccerà la costruzione di un nuovo stadio, allora le società punteranno su Sesto San Giovanni per edificare la loro nuova casa”.
(Corriere dello Sport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy