PAGELLE: Eriksen-Lautaro, è tutto qui? Perisic, il gol non ti salva. E stecca anche…

Le pagelle di Daniele Mari, direttore di Fcinter1908, su Inter-Parma 2-2: i nerazzurri si svegliano tardi e sprecano un’altra occasione

di Daniele Mari, @marifcinter

HANDANOVIC 6: Due volte Gervinho si presenta completamente solo davanti a lui e lo batte senza appello

 DE VRIJ 5: Visibilmente a disagio nel ruolo di centrale di destra della difesa a tre, si perde Gervinho in entrambi i gol del Parma. Male

RANOCCHIA 6,5: Il migliore del pacchetto arretrato, sfiora anche due volte il gol. Prestazione più che sufficiente

KOLAROV 6,5: Meglio, ma non è una novità, in fase offensiva. Praticamente diventa un centrocampista aggiunto quando il Parma tira i remi in barca

MILAN, ITALY – OCTOBER 31: Achraf Hakimi of FC Internazionale gestures during the Serie A match between FC Internazionale and Parma Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on October 31, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli – Inter/Inter via Getty Images)

HAKIMI 5,5: Stavolta stecca anche lui. Poco intraprendente sulla fascia destra, si mangia anche un gol quasi fatto e nel complesso non mette mai in crisi il diretto avversario. Ed è strano

BARELLA 6: I cambi di ritmo è sempre lui a darli. Ma stavolta gli riescono a fasi alterne

GAGLIARDINI 6: Al rientro dopo il Covid, non fa neanche male in un primo tempo in cui il Parma non supera la metà campo

DARMIAN 6: Qualche duetto con Perisic e qualche sgroppata interessante. Ovviamente, Young in giornata è un’altra cosa

ERIKSEN 5: Mollo, moscio e quasi impaurito del pallone. Chi si aspettava un Eriksen trascinante, è rimasto pesantemente deluso. Doveva essere leader con l’assenza di Lukaku, ha finito con la solita sostituzione. Meritata

Getty Images

LAUTARO 5: L’attacco è praticamente tutto sulle sue spalle. E lui si lascia travolgere da questo peso. Praticamente non combina quasi nulla di buono

PERISIC 5,5: Il gol non riscatta una prestazione decisamente opaca. Sbaglia un gol facilissimo e poi è ostinatamente impreciso in quasi tutte le azioni in cui è coinvolto

VIDAL 6,5: Il suo ingresso, con Brozovic, dà qualità e un po’ di grinta ad un’Inter spenta

BROZOVIC 6,5: Riapre la partita e suona la sveglia ai compagni

PINAMONTI 5: Davvero poca roba il suo ingresso in campo

NAINGGOLAN 5,5: Un tiraccio e nulla più

YOUNG 5,5: Spazi intasati, lui non riesce a sgusciare via

CONTE 5: Senza Lukaku, senza Sanchez, non rinuncia al suo amato 3-4-1-2 ma stavolta i giocatori sembrano confusi e soprattutto poco carichi. Quello che lascia basiti, di questa Inter, è il ritmo tutt’altro che contiano. Squadra lenta e confusionaria. Molti giocatori sembrano fuori ruolo e fuori fase.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy