FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

PAGELLE: Sensi trasformista è ovunque, Brozovic mago. Peccato per Sanchez, Lautaro devi maturare

Le pagelle di Fcinter1908.it sulla gara dell'Inter contro la Sampdoria al Marassi

Andrea Della Sala

HANDANOVIC 6: Dopo gli straordinari nel primo tempo contro la Lazio, ha una serata di quasi tranquillità. Colpito nell'unica occasione della Sampdoria. Nel finale è presente come sempre

SKRINIAR 5,5: Il primo tempo della Samp gli consente di giocare in scioltezza, nessun rischio e prosegue il lavoro da 'regista' difensivo. In occasione del gol, però, tarda ad accorciare e lascia troppo spazio in area di rigore a Jankto che tira e trafigge Handanovic

DE VRIJ 6,5: Sicurezza e tranquillità. Gestisce tutto, anche i momenti complicati, con assoluta serenità. Avanti così e nella definizione di baluardo sui dizionari troveremo presto il suo nome

BASTONI 6,5: Buona la prima da titolare con la maglia dell'Inter. Non sente la pressione, è ordinato e cattivo quanto basta. Si inserisce di diritto nelle rotazioni dei tre difensori

CANDREVA 6: Sta bene e si propone con costanza. Sigla anche un gol, dopo un'ottima azione manovrata dell'Inter, ma il Var glielo annulla

D'AMBROSIO 6: Entra con l'Inter in 10 uomini dopo l'espulsione di Sanchez per dare maggiore copertura alla squadra

GAGLIARDINI 6,5: Fa il suo dovere, corre, rompe il gioco e aiuta chi ha più qualità di lui nella costruzione del gioco. Trova il gol che fa ritrovare serenità all'Inter e allenta i ritmi della gara.

BROZOVIC 7,5: Solito grande manovratore del centrocampo. Tocca migliaia di palloni e ne non ne sbaglia uno. Prezioso in rottura, spaziale in costruzione. Mostruosa la palla servita a Gagliardini, nasconde il pallone come un mago.

SENSI 7,5: È l'uomo ovunque dell'Inter. Si trasforma a seconda dell'evenienza e passa da regista a mezzala a trequartista mantenendo sempre lo stesso livello di qualità. Maestro dei tempi di gioco.

BARELLA 6: Dà il cambio a Sensi e aiuta con corsa e dinamismo l'Inter con l'uomo in meno

ASAMOAH 6,5: Dalla sua parte si fa fatica a passare. Chiude bene e riparte ancora meglio, quantità e una spruzzatina di qualità

SANCHEZ 6,5: Timbra il cartellino alla prima da titolare. Insieme a Sensi confezione l'1-2 che porta l'Inter sul 2-0, prima con una deviazione fortunata e poi correggendo in rete un tiro del centrocampista. Rovina la prestazione con la simulazione che gli costa l'espulsione.

LAUTARO 5,5: Ha guizzi importanti, ma li spreca. È una furia nella riconquista del pallone, da lui nasce l'1-0, ma è troppo ingenuo e lezioso sotto porta. Poteva chiudere la gara, deve accelerare la maturazione.

LUKAKU 6: Entra per aiutare la squadra in 10 uomini, serve chi riesce a tenere palla per far salire i compagni. E fa il suo prezioso dovere. Ha l'occasione per fare gol, ma sceglie il cucchiaio

CONTE 7,5: La sua Inter è definita e solida. Il primo tempo è di alto livello, con qualità di giocate e meccanismi affinati. Se non fosse per l'ingenuità di Sanchez la partita non avrebbe più nulla da dire. Anche nella sofferenza, la squadra risponde presente e chiude la gara in 10 uomini prendendosi il record delle 6 vittorie

tutte le notizie di

Potresti esserti perso