PAGELLE: Vidal-Hakimi, che sciagura. Barella-Bastoni giganti. Ma il peggiore è un altro

Le pagelle di Daniele Mari, direttore di Fcinter1908, su Real Madrid-Inter 3-2: i nerazzurri si buttano via dopo aver rimontato e sfiorato la vittoria

di Daniele Mari, @marifcinter

HANDANOVIC 6: Il gol di Benzema è un regalo di Hakimi, le altre due reti sono fuori dalla sua portata. Si fa notare per una grande parata ad inizio partita, poi non deve fare grandi interventi

D’AMBROSIO 5,5: Vinicius non gli lascia scampo in velocità sul gol del 3-2. Sbaglia qualche appoggio di troppo

DE VRIJ 4: Un disastro. Completa una prova inguardabile con un’uscita a centrocampo che lancia il Real in contropiede. La brutta copia della roccia vista tante volte. Il peggiore in campo ed è una cosa rara da scrivere

BASTONI 7: Un colosso. Sempre sicuro, sempre a testa alta. Piedi e personalità. Ormai una sicurezza, un elemento di forza della squadra

HAKIMI 4,5: Forse soffre l’emozione del ritorno a Madrid e della sfida contro chi l’ha lasciato andar via. Ma il regalo a Benzema è solo uno dei tanti errori di questa partita da dimenticare

Getty Images

BARELLA 7: Come Bastoni, si esibisce in un’altra super partita al cospetto di una big europea. L’assist per Lautaro è sublime ma gioca tutta la partita da gran giocatore quale ormai è

BROZOVIC 6: Grande verticalizzazione per Barella in occasione del gol di Lautaro. Ci mette corsa e polmoni e qualche buona ripartenza

VIDAL 5: Ma quanti palloni ha sbagliato? Nel primo tempo sono più i passaggi per i giocatori del Real Madrid che quelli per i compagni. Frenetico, caotico

YOUNG 6,5: L’Inter spinge forte, sia quando deve rimontare che quando prova a vincere. E lui partecipa spesso

LAUTARO 7: Nel primo tempo, sembra il Lautaro dell’ultimo periodo. Stop sbagliati, duelli persi. Poi si beve Sergio Ramos in una ripartenza e acquista fiducia. Segna e ne acquista ancora. E’ ancora troppo umorale ma alla fine segna e manda in gol Perisic. E quindi fa giocate decisive.

PERISIC 6,5: Palesemente non a suo agio nel ruolo di seconda punta, cresce alla distanza. E alla fine trova il gol del pareggio e sfiora anche il vantaggio. Quando sembra ormai pienamente in controllo del match, esce.

SANCHEZ 6: Prova qualche giocata ma è tardi

GAGLIARDINI 6: Entra per Barella. E non è la stessa cosa, malgrado provi a farsi sentire in mezzo al campo

NAINGGOLAN SV

Getty Images

CONTE 5: La squadra fa e disfa. Praticamente si segna da sola, poi rimonta. Ma questo atteggiamento sempre votato all’azione offensiva non sta pagando. E lui non riesce a trovare contromisure, l’Inter prende vagonate di gol. Anche i cambi non convincono, né quelli fatti né quelli non fatti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy