FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Perisic, a giugno addio Inter. De Paul il sostituto, Ausilio accelera per Bergwijn. E Chiesa…

Grandi manovre sulla fasce dell'Inter: si cerca l'accelerata per l'olandese

Andrea Della Sala

Nonostante la richiesta di cessione, salvo stravolgimenti di mercato dell'ultimo giorno, Perisic rimarrà all'Inter e proverà a rilanciarsi probabilmente già a partire dai quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio. Nessuna offerta concreta da parte dell'Arsenal, il croato rimarrà fino a giugno, poi, quasi certamente, lascerà Milano per la Premier League. Per questo l'Inter si è mossa con grande anticipo su De Paul; intesa con l'Udinese per 35 milioni e discorso avviato con l'agente dell'argentini, Augustin Jimenez. Per ora nessuna contropartita, ma tra qualche mese si vedrà.

"De Paul per Perisic - seppur con caratteristiche tecniche differenti (più tecnico e di qualità l’argentino, abile a svariare e accentrarsi; più fisico e tattico il croato, maestro sulla fascia mancina) -, ma non solo. L’Inter la prossima estate farà un vero e proprio restyling sulle fasce laterali. Anche Candreva nei giorni scorsi ha manifestato tramite il suo agente un po’ di malessere per il poco spazio. Adesso pure lui rimarrà, ma poi saluterà. In fondo l’Inter già ad agosto lo aveva offerto al Monaco per Keita, ma l’ex laziale disse no. Proprio Keita rappresenta un ulteriore punto di domanda: il senegalese, attualmente infortunato, ha fatto bene nell’ultimo periodo in cui è stato impiegato e il club è contento del suo rendimento dentro e fuori dal campo. Il problema è rappresentato dai 34 milioni per il riscatto, ma l’Inter potrebbe provare a ridiscutere l’accordo o magari proporre delle contropartite come Miranda (richiesto in questi giorni dal club del Principato) e Dalbert. L’unico che dovrebbe rimanere al suo posto è Politano, il cui riscatto col Sassuolo è fissato a 20 milioni: al di là del rosso rimediato scioccamente col Torino, l’esterno romano ha convinto tutti e rimarrà", si legge su Tuttosport.

"Altro incerto è Karamoh, prestato al Bordeaux (3 gol e 3 assist in 23 presenze), ma richiesto da molte squadre. Fra queste c’è la Fiorentina, guarda caso la squadra dove gioca Federico Chiesa, obiettivo sensibile di Marotta e Ausilio. Non sarà ovviamente semplice strapparlo ai viola che lo valutano più di 70 milioni e la concorrenza sarà amplia, a partire dalla Juventus. Ma se la Fiorentina dovesse aprire alla cessione, l’Inter ci proverà. Piuttosto l’Inter sembra decisa a muoversi in anticipo, così come fatto per De Paul, anche per il giovane talento olandese Steven Bergwijn. L’esterno del Psv è uno dei pallini del ds Ausilio che ha già avuto contatti con l’entourage del ragazzo. Il Psv a gennaio ha resistito alle offerte (Manchester United e Bayern su tutti) e per lui chiede circa 30-35 milioni. Impossibile trattenerlo per un’altra annata, a giugno si scatenerà la bagarre. Per questo l’Inter vorrebbe anticipare i tempi e in Olanda sono sicuri che la prossima settimana ci sarà un contatto ad Eindhoven fra le due società. Il restyling sulle fasce è iniziato, l’Inter è già oltre Perisic", prosegue il quotidiano.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso