Ricavi, l’Inter vola: “presi” Atletico e Borussia, +30% storico. Cala gap con la Juve, marketing boom

Ricavi, l’Inter vola: “presi” Atletico e Borussia, +30% storico. Cala gap con la Juve, marketing boom

La Deloitte Money League certifica ancora una volta la crescita dell’Inter

di Daniele Mari, @marifcinter

L’Inter continua, inarrestabile, la sua crescita in termini di fatturato. Lo certifica la Deloitte Money League 2020 (relativa alla stagione 2018/2019), la classifica europea dei fatturati. I nerazzurri restano al 14esimo posto ma ormai hanno nel mirino Atletico Madrid e Borussia Dortmund, distanti pochi milioni di euro. Il ritorno in Champions League ha certificato il boom nerazzurro, con il club che conta di crescere sistematicamente grazie alla partecipazione stabile alla principale competizione europea.

In testa, vola il Barcellona che tiene a distanza Real Madrid e Manchester United. L’Inter, rispetto al 2018, ha fatto un balzo del 30%, record storico per la società milanese. Il gap con la Juve, che era di 113,7 milioni, è stato ridotto a 95,1 milioni.

La crescita

I nerazzurri, dal 2015, hanno fatto registrare una crescita impetuosa, pari a 200 milioni di euro. Il club è passato dal 20esimo posto europeo al 14esimo attuale, con concrete possibilità di scalare altre posizioni.

La suddivisione dei ricavi

Vola il settore commerciale, unico settore in cui l’Inter ha già raggiunto la top 10 europea. Male i ricavi da stadio, con l’Inter ferma in 15esima posizione. Con il nuovo impianto, la società nerazzurra (ora a quota 50,9 mln) conta di ottenere circa 124 milioni a stagione dal match-day, in linea con le big europee. Bene i diritti tv, complice il ritorno in Champions.

Ecco la suddivisione per settori:

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy