Scudetto 2006, ennesima sconfitta Juve: ricorso inammissibile, titolo resta all’Inter

Respinto l’ennesimo ricorso dei bianconeri sullo scudetto assegnato ai nerazzurri a tavolino

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Il Collegio del Coni considera inammissibile il ricorso della Juventus sullo scudetto del 2006 che resta quindi all’Inter. A distanza di 13 anni dallo scandalo che ha sconvolto il calcio italiano, i bianconeri avevano fatto l’ennesimo ricorso chiedendo una decisione definitiva sulla revoca o la non revoca dello scudetto assegnato all’epoca dei fatti al club nerazzurro, decisione adottata dal commissario di allora della FIGC Guido Rossi, ma mai revocata in vari gradi di giustizia, dal consiglio federale fino al Tnas che si era pronunciato nel 2011 dichiarandosi incompetente sulla decisione. Entro stasera doveva arrivare la decisione sul ricorso ed è arrivata: è inammissibile e lo scudetto resta ai nerazzurri.

Ecco il comunicato:

Il Collegio di Garanzia dello Sport, all’esito della sessione di udienze a Sezioni Unite, tenutasi in data odierna e presieduta da Franco Frattini, ha dichiarato inamissibile il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 3/2019, presentato, in data 11 gennaio 2019, dalla società Juventus Football Club S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), la società F.C. Internazionale Milano S.p.A. e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) per l’impugnazione e la riforma del lodo definitivo pronunciato dal Collegio Arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport del CONI (TNAS), nel procedimento R.G. n. 1930/2011 TNAS, tra la Juventus Football Club S.p.A., la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la società F.C. Internazionale Milano S.p.A., sottoscritto e depositato in data 15 novembre 2011, prot. n. 2621, con istanza di arbitrato presentata in data 10 agosto 2011, in cui il TNAS si era dichiarato incompetente a decidere in merito al provvedimento di revoca – assunto in data 26 luglio 2006 dal Commissario Straordinario FIGC Guido Rossi per motivi disciplinari – del titolo di Campione d’Italia alla Juventus per il Campionato di calcio di Serie A, s.s. 2005-2006, con corredata assegnazione alla società Internazionale di Milano.

Il Collegio ha anche condannato la società bianconera al pagamento delle spese in favore del Coni in millecinquecento euro e ha disposto “l’integrale compensazione delle spese nei confronti delle altre parti”.

(Fonte: coni.it)

 

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rufus - 1 anno fa

    Se ci mettessero lo stesso impegno, una Champions la vincerebbero…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13703196 - 1 anno fa

    STAVOLTA SI SPERA ABBIANO CAPITO!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14251768 - 1 anno fa

    penosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy