Spalletti ha tentato l’ultima carta. No di Zhang: “Eleganti sì, stupidi no”. Milan, no ai 3 mln

Spalletti ha tentato l’ultima carta. No di Zhang: “Eleganti sì, stupidi no”. Milan, no ai 3 mln

Luciano Spalletti ha tentato fino all’ultimo di avere il via libera dall’Inter per andare al Milan: no dei nerazzurri

di Redazione1908
Spalletti ha tentato ultima carta, no di Zhang

Luciano Spalletti le ha tentate tutte. Come scrive il Corriere della Sera, “lusingato all’idea di risvegliare l’orgoglio rossonero e dopo essersi accordato per un ingaggio di 5 milioni, Luciano aveva provato a vincere le resistenze dell’Inter nella notte di lunedì inviando un messaggio a Steven Zhang.

Nonostante l’affetto che lo lega all’allenatore toscano, il presidente nerazzurro ha ribadito la linea societaria. Ha spiegato cioè a Spalletti che non gli sarebbe stato corrisposto un anno di stipendio per consentirgli di allenare il Milan. «Pagare sei mesi è elegante, oltre è da stupidi» osservano dalla sede nerazzurra”.

A quel punto, l’unica possibilità era che le richieste spallettiane fossero coperte dal Milan ma il club rossonero, aggiunge ancora il Corriere della Sera, “non se l’è sentita di coprire, al posto dei nerazzurri, le richieste economiche del tecnico di tre milioni. L’accordo è saltato”.

E così il Milan è passato a Pioli, che firmerà mercoledì mattina un contratto biennale. Esiste però un gentlemen’s agreement fra le parti secondo il quale, se non dovesse raggiungere la qualificazione alle coppe europee, l’accordo si scioglierebbe automaticamente a giugno. Guadagnerà 1,5 milioni netti all’anno, stipendio ben inferiore a quello che Elliott era pronto a riconoscere a Spalletti, che era la prima scelta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy