Torna il leader de Vrij: senza di lui numeri impietosi. Con l’Empoli sarà l’Inter migliore

Torna il leader de Vrij: senza di lui numeri impietosi. Con l’Empoli sarà l’Inter migliore

Recupero importante per Luciano Spalletti

di Marco Macca, @macca_marco
stefan de vrij in allenamento

Un recupero importante per un traguardo fondamentale per il futuro dell’Inter: per Luciano Spalletti e tutti i tifosi nerazzurri stanno arrivando buone notizie in vista della decisiva partita contro l’Empoli di domenica sera a San Siro. Come riportato da gazzetta.it, infatti, l’allenatore interista potrà contare sul recupero importantissimo di Stefan de Vrij, pronto a tornare in campo al centro della difesa al fianco di Milan Skriniar. Un sospiro di sollievo per tutto l’ambiente, se si considera che, nelle 10 partite in cui de Vrij è stato assente, l’Inter ha perso ben 4 volte (tra cui le gare di Bergamo e Napoli, perse entrambe per 4-1). Insomma, servirà anche il suo apporto per vincere una partita che potrà decidere il destino nerazzurro:

de vrij sorrideCe n’è abbastanza perché i tifosi accolgano il suo ritorno con un sospiro di sollievo e dimentichino l’errore in Europa League contro l’Eintracht: domenica per la gara da non fallire Spalletti potrà schierare la formazione tipo (c’è anche Politano) e la difesa resta la principale certezza (al di là degli sbandamenti contro Mertens e compagni) per l’Inter. La caccia al 18° “clean sheet”, che sarebbe record per Handanovic, è la base di partenza da cui lanciarsi alla ricerca del gol che varrebbe almeno il quarto posto. De Vrij in stagione na ha fatti due, Skriniar è ancora a secco: le proiezioni offensive dei centrali sui piazzati sono un’arma che l’Inter pensava di poter sfruttare di più. Ma non è il caso di chiedere a quei due anche i gol: piuttosto la loro leadership, anche silenziosa e tranquilla, sarà importante in 90′ in cui il fattore emotivo e nervoso sarà fondamentale. Anche in questa stagione all’Inter è mancato spesso un leader dalla personalità trascinante (Icardi non lo è stato per le note ragioni, Perisic solo in una breve fase della stagione, Nainggolan mai per problemi fisici che ne hanno complicato l’inserimento). Difficile individuare il condottiero in De Vrij, però l’olandese sicuramente porta il suo mattoncino per un collettivo solido ed equilibrato. Basterebbe già, probabilmente“.

(Fonte: gazzetta.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy