copertina

Udinese-Inter 0-0: nerazzurri opachi, gara senza mordente e occasione primo posto sfumata

Getty Images

Udinese-Inter chiude il girone d'andata dove i nerazzurri proveranno ad intaccare il primato in classifica del Milan

Redazione1908

UDINE - Non riesce a dar seguito alla vittoria con la Juventus l'Inter e impatta a Udine lasciando per strada anche la possibilità di agganciare il Milan in vetta alla classifica e laurearsi campiona d'inverno. I nerazzurri contro l'Udinese non riescono a trovare il giusto varco per colpire con i friulani arroccati nella propria metà campo ad agire in ripartenza. Gara opaca da parte dei ragazzi di Conte che oltre alla clamorosa occasione di Lautaro dove Musso è straordinario ad opporsi, costruiscono poco e quel poco viene sprecato. Giornata storta per Hakimi che sulla destra è impreciso e timoroso, manca giocate non da lui e non fornisce il giusto apporto in fase di costruzione. Mai pericolosi gli ospiti provano a colpire sull'unica conclusione creata da De Paul che però si spegne al lato.

L'Inter rosicchia un punto al Milan - che ora dista due lunghezze - ma rimane al secondo posto in classifica.

Segui la Cronaca Live qui:Serie A Tim

UDINE - Ultima gara del girone d'andata, ultima occasione per scalzare il Milan dal primo posto in classifica per ottenere l'effimero titolo di campione d'inverno per l'Inter. Contro i friulani Antonio Conte a caccia di conferme con la stessa formazione che ha liquidato la Juventus per 2 a 0. Nessuna novità di formazione dunque per il tecnico nerazzurra che conferma lo stesso undici di domenica scorsa

QUESTE LE FORMAZIONI UFFICIALI

UDINESE (3-5-2): 1 Musso; 50 Becao, 14 Bonifazi, 3 Samir; 19 Larsen, 10 De Paul, 22 Arslan, 37 Pereyra, 90 Zeegelaar; 9 Deulofeu, 15 Lasagna.

A disposizione: 31 Gasparini, 96 Scuffet, 5 Ouwejan, 6 Makengo, 11 Walace, 16 Molina, 17 Nuytinck, 29 Micin, 30 Nestorovski, 38 Mandragora, 87 De Maio.

Allenatore: Luca Gotti.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 de Vrij, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella, 77 Brozovic, 22 Vidal, 15 Young; 9 Lukaku, 10 Lautaro.

A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 5 Gagliardini, 7 Sanchez, 11 Kolarov, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 14 Perisic, 24 Eriksen, 36 Darmian, 99 Pinamonti.

Allenatore: Antonio Conte.

Arbitro: Maresca.

Assistenti: Imperiale, Di Vuolo.

Quarto Uomo: Fourneau.

VAR: Aureliano.

Assistente VAR: Mondin.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso