Vecino: “Inter, c’è una connessione speciale in questo gruppo. Godin? Quello che ci serviva”

Il centrocampista dell’Inter ha parlato della Champions League e del suo compagni di squadra e di Nazionale Godin

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Matias Vecino

Stasera Matias Vecino sarà uno dei protagonisti della grande sfida col Barcellona. Intervistato nel matchday programme dell’Inter, l’uruguaiano ha parlato della Champions e del clima che si respira nello spogliatoio nerazzurro:

URUGUAY“Abbiamo un modo di vivere il calcio che è lo stesso di come affrontiamo la vita. Per noi non ci sono limiti o alibi: andiamo a giocarcela con tutti, sempre. Siamo in pochi, ma fin da piccoli giochiamo e lo facciamo per competere. Siamo abituati a sfidare gli altri”.

CHAMPIONS“È una competizione speciale, bellissima. Il mio gol contro il Borussia è un po’ il riassunto di quello che proviamo in allenamento. In campo sappiamo esattamente come fare, lavoriamo per questo. C’è una connessione speciale in questo gruppo. Lo si vede dalle esultanze con i compagni in panchina, ma non solo. Nei momenti di difficoltà sappiamo di poter contare su tutti”.

GODIN“Voi conoscete Godin come giocatore, ma io lo conosco come persona. Appena mi hanno detto che sarebbe arrivato, ho pensato che era esattamente il tipo di ragazzo che ci sarebbe servito, un punto di riferimento in campo e fuori. E poi beviamo il mate insieme. Io a casa lo faccio sempre, ma in trasferta lo faccio portare a lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy