Vrsaljko: “Inter? La sognavo fin da bambino. E’ arrivata in un momento top della mia carriera”

Le parole di Sime Vrsaljko

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni del MatchDay Programme di Inter-Sassuolo, Sime Vrsaljko ha parlato così delle sfide contro i nerazzurri con un’altra maglia e del suo arrivo a Milano: “La prima volta che ho giocato contro l’Inter, era anche la mia prima stagione a Genova. Ti ritrovi ad entrare in uno stadio storico, ad affrontare un top club. Ero contento, motivato, volevo presentarmi nel migliore dei modi. L’Inter? Lo sognavo fin da piccolo. E adesso sento la responsabilità di indossare la maglia dell’Inter ogni weekend. Ho fatto praticamente tutti i ruoli: davanti, in mezzo, difensore centrale. Poi, però, mi hanno spostato terzino e da lì non mi sono più mosso, mi trovo benissimo”.

SOCIAL – “Instagram è quello che mi appassiona di più, mi diverto molto a leggere i messaggi dei tifosi. Durante i Mondiali i supporter della Croazia erano scatenati. L’Inter è arrivata in un bellissimo momento della mia vita calsitica”.

TEMPO LIBERO – “Ascolto la musica del mio paese, in particolare la mattina. Gioco alla play con mio fratello e mi piace molto Call of Duty. Amo mangiare la pasta, ma non so cucinare. Ma c’è una cosa che metto davanti a tutto, perché è la più importante: mio figlio. E’ il nostro centro e insieme a mia moglie scopriamo ogni giorno una cosa nuova grazie a lui”.

VIA DI CASA GIOVANISSIMO – “Alcuni momenti sono dati quando vai via di casa a 14 anni. Ma con l’aiuto dei miei genitori, di mio fratello e della mia fidanzata che è diventata mia moglie, tutto diventa più semplice”.

I VIAGGI – “Adoro il mare, visto che sono nato in una città con il mare. La prossima meta? New York”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy