ESCLUSIVA Gorla (Fifa): “Inter, Quintero è il tuo uomo. Mai cederei Kovacic. Un crack ce l’hai già  ed è…”

ESCLUSIVA Gorla (Fifa): “Inter, Quintero è il tuo uomo. Mai cederei Kovacic. Un crack ce l’hai già  ed è…”

di Francesco Parrone, @FrankParr

Per fare il punto sulle tante voci di mercato che già si rincorrono sull’ Inter e un commento sui talenti sfornati dal settore giovanile nerazzurro, a FCINTER1908.IT è intervenuto in esclusiva l’agente Fifa Germano Gorla. Queste le sue parole ai nostri microfoni:

Salve, secondo lei la permaneza di Roberto Mancini anche nella prossima stagione, potrebbe influire molto sui prossimi acquisti che il presidente Thohir dovrà fare per riportare la squadra in alto? “Da premettere che Thohir viene dal mondo del basket e vuole riportare le idee che ha svilupato in questo sport anche nel calcio. La sua idea è valida ma il problema è che è difficilmente applicabile al calcio italiano, non a caso si è reso conto di questo e ha puntato su Mancini. Mancini è un tecnico che lancia i giovani ma non è un allenatore con il quale si può non vincere subito. Con lui non si possono fare 3-4 anni di metà classifica, soprattutto all’Inter. Sicuramente è l’uomo giusto per ripartire e puntare ai primi tre posti già dalla prossima stagione ma se resta inciderà per forze di cose sul mercato estivo”.

A tal proposito si parla di Yaya Toure e Jovetic, giocatori che piacciono tanto al tecnico. Entrambi potrebbero far cambiare rotta? “Secondo me si. All’Inter mancano i giocatori di esperienza internazionale e di carisma. Uno come Yaya Toure manca all’Inter perchè questa squadra non ha giocatori di personalità, un esempio è Guarin. Anche lo stesso Kovacic ha difficoltà mentre in nazionale fa bene, questo perchè deve crescere. Un altro esempio è Tevez, lui ha carisma e nello spogiatoio si fa sentire, infatti alla Juve sta facendo bene. Mancano i giocatori che hanno assaporato la vittoria e che non vogliono perdere. La personalità e il carisma non si comprano con i soldi, o ce li hai o non ce li hai. Servono questi giocatori…”.

Il prossimo anno una squadra con un mix di giovani e di giocatori dalla grande esperienza potrebbe far bene? “Giocatori come Puscas sono fortissimi però è giovane è ha il diritto ancora di sbagliare. L’Inter ha uno dei settori giovanili migliori d’Italia, io ricordo la finale di NextGen Series contro l’Ajax dove vinse ai rigori,  di quella squadra attualmente in rosa non c’è nessuno. All’Ajax al contrario i 9/11 attuali della prima squadra sono ragazzi che giocarono quella gara. Poi vorrei dire che bisogna puntare di più sui nostri talenti italiani che non potranno mai emergere se si continuano a comprare giocatori dall’estero. Non sono contro gli stranieri, ma i calciatori degli altri paesi bisogna comprarli solo se sono dei fenomeni, altrimenti si fa solo del male al calcio italano e dei nostri club. Investire sul settore giovanile alla fine conviene perchè costa di meno. Gente come Bonazzoli e Camara deve giocare in prima squadra e bisogna sostenerla…”.

Parlando di possibili cessioni, lei chi sacrificherebbe tra Handanovic, Kovacic e Icardi? “Kovacic non lo cederei mai, è un giovane, fotissimo e su di lui si può costruire bene. Cederei Icardi perchè sul mercato di attaccanti forti se ne trovano. Vale almeno 30mln di euro…”.

Dybala al suo posto come lo vede? “Dybala ha molta personalità e lo vedrei bene, lui è una prima scelta. Per me è molto meglio di Icardi, è un giocatore più completo e adattabile alle situazioni rispetto ad Icardi che è un giocatore più statico. Dybala salta l’uomo e crea superiorità numerica, è eccezionale…”.

Da esperto invece chi si sente di consigliare per costruire una squadra di vertice? “Innanzitutto ribadisco che non è necessario rifondare la squadra. Io Guarin e Kovacic li terrei, Vidic è bravo ma sembra che abbia dei problemi di adattamento, Juan Jesus non mi convince. Fossi l’Inter punterei anche su Nasri per l’attacco, per il centrocampo riporterei in Italia Quintero che ha molta qualità ed è forte. Per la difesa valuterei Richards che io adoro, farei un tentativo per lui dato che Mancini lo conosce. Anche Gignac del Marsiglia sarebbe un ottimo colpo a parametro zero”.

Se dovesse andar via Handanovic in porta chi vedrebbe bene? “Vedrei Neto, ha personalità e carattere da grande squadra. Contro la Juve ho visto come si arrabbiava con i difensori, ha carattere, è un uomo spogliatoio. Mi ricorda un po’ Neuer come atteggiamento, mi piace. Anche Romero è bravo, ai Mondiali è stato strepitoso ma Neto mi dà più sicurezza. Come portiere emergente per il futuro mi piacere molto Sepe dell’Empoli, anche lui ha carattere”.

Tra i giocatori che l’Inter ha in prestito nelle varie squadra chi riporterebbe il prossimo anno? “Sicuramente Ruben Botta. E’ un crack, ha grandi qualità ma ancora non è riuscito ad esprimersi. Ha bisogno di mettere minuti nelle gambe e gli serve fiducia. Lui sicuramente il prossimo anno potrà dare tanto a Mancini, è un bel giocatore…”.

 

SI RINGRAZIA GERMANO GORLA PER LA GRANDE CORTESIA E DISPONIBILITA’

La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte FcInter1908.it. I trasgressori saranno segnalati a norma di legge

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy