Zanetti: “Icardi andrà alle Olimpiadi, è 9 alla Crespo, alla Bati. Io con lui cerco di…”

di Daniele Mari, @marifcinter

Javier Zanetti, intervistato dal Clarin, ha raccontato le sue emozioni da dirigente dell’Inter e il rapporto con Mauro Icardi: “Sto molto bene, sono molto contento di questo ruolo perché è una possibilità che mi dà l’Inter di poter restare legato alla squadra e perché mi rendo conto che ci sono molte cose da fare. Da dentro si vede tutto in modo diverso. Ora, il fatto di stare dall’altra parte mi fa capire tutto ciò che serve per far funzionare una squadra e le diverse aree che ha una società come l’Inter. E’ una bella sfida, una bella responsabilità. Tento di essere utile, rappresento il club nel mondo e mi piace molto”.

Come ti rapporti con Icardi, soprattutto per le vicende fuori dal campo?

“Parlo sempre con Icardi. Deve rendersi conto della maglia che rappresenta. Non mi sono mai impicciato della sua vita privata ma, dall’interno, cerco di fargli capire che significa giocare nell’Inter”.

Un 9 come lui non si vedeva da un po’ nell’Argentina ma sembra che non abbia questa chance per le vicende extracampo.

“Ma l’avrà. Andare alle Olimpiadi sarà una buona occasione per farsi conoscere. Ha tutto, Mauro ha i movimenti di Crespo, Batistuta, di quel tipo di numero 9”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy