Fassone: “La proprietà cinese del Milan ama il bel calcio. Gattuso ci darà due cose”

Il direttore generale rossonero ha parlato a margine dell’evento AIC che si è tenuto a Milano

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Marco Fassone, a margine del Gran Galà del Calcio, ha commentato l’esonero di Montella e ha spiegato come è nata la decisione di affidare il Milan a Gennaro Gattuso, fino a ieri allenatore della Primavera: “Eravamo d’accordo che il Milan potesse essere in grado di competere comunque per i primi posti. Poi qualcosa non è andato. Abbiamo fatto tante valutazioni, ho le idee chiare e ha chiare le idee Mirabelli soprattutto. Montella ci ha messo tutta la sua buona volontà perché la squadra arrivasse a fare quello che richiedeva il suo modulo. Crediamo di sapere cosa è andato storto. Scelta concordata con la società? Ci siamo confrontati con la proprietà che è internazionale, che ama vedere giocare bene la squadra. Poi ci hanno lasciato delle responsabilità e libertà di muoverci. Mirabelli ha ritenuto che qualcosa si fosse rotto e lui ha massima fiducia mia e della società e abbiamo seguito questo consiglio. Gattuso ha accettato con umiltà l’incarico: ci darà intensità, ritmo e coraggio che sono le sue caratteristiche e farà gruppo creando unione cercando di fare in modo che i giocatori si buttino nel fuoco per il loro allenatore. Poi non sarà tutto, ma sono un passo importante per fare punti e riportare entusiasmo“.

(Fonte: SkySport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy