Le rivali / Mirabelli: “Mercato, Milan fermo non sappiamo quanto abbiamo a disposizione”

Il direttore sportivo ha spiegato che in questo momento servono innanzitutto delle cessioni al club rossonero

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Mentre in casa Milan sono attesa i trentadue mln che Li deve restituire ad Elliott per tenersi il club, il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli ha fatto il punto della situazione ai microfoni di SkySport: «Linea guida? Importante è dare chiarezza ai tifosi, a loro dico non state dietro a tutti i nomi che avete sentito finora. Abbiamo le idee chiare su quello che dobbiamo fare, abbiamo un mercato in uscita e avremo un mercato in entrata, tutte le operazioni avranno il benestare di Gattuso. Prenderemo chi è veramente da Milan. Capisco i giornalisti che devono fare dei nomi, ma siamo fermi al momento. Già l’anno scorso avevamo in mente di fare una squadra con una base di giovani e qualche innesto da inserire quest’anno, ma abbiamo avuto poche entrate e non faremo l’EL quindi ne risentirà il mercato. Sarà un mercato a costo zero. Ma prenderemo solo gente di qualità a  costo di restare così come siamo. Se Rino deciderà di fare a meno di un big, lo ascolteremo. Kalinic? Ha tantissime richieste in Russia, Germania, Turchia, Spagna. L’Atletico e il Siviglia sono più vicine a lui, se Gattuso ci darà l’ok vedremo. Zaza? Non stiamo prendendo in considerazione nessun acquisto ad oggi perché non sappiamo quanto abbiamo in tasca. E’ come quando vai al ristorante e guardi il portafoglio e da lì sai se puoi mangiare mortadella oppure cenare con caviale e champagne. Dobbiamo prima fare delle cessioni».

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy