Inter-Icardi, Marotta potrebbe aver trovato la chiave decisiva: è nascosta nell’accordo col PSG

Inter-Icardi, Marotta potrebbe aver trovato la chiave decisiva: è nascosta nell’accordo col PSG

Marotta potrebbe aver trovato la chiave giusta per risolvere il caso Icardi

di Marco Macca, @macca_marco

Nel mezzo dei cavilli e degli accordi con il Paris Saint-Germain per il trasferimento in prestito con diritto di riscatto di Mauro Icardi, Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, potrebbe aver trovato la chiave giusta (e definitiva) per risolvere il caso e “spingere” il giocatore ad accettare definitivamente l’idea di un futuro lontano da Milano e all’ombra della Tour Eiffel. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, infatti, Icardi, qualora tornasse in nerazzurro, guadagnerebbe sì 7 milioni annui, ma solo a partire dalla stagione 2021-22, ovvero non quella del ritorno eventuale in Italia. Qualora decidesse di restare in Francia, invece, già a partire dal 2020-21 andrebbe a guadagnare ben 10 milioni netti a stagione. Un incentivo non da poco per il giocatore, che a quel punto potrebbe decidere di sottoscrivere l’intesa definitiva con il PSG. Scrive la Gazzetta dello Sport:

L’intervista non ha provocato alcuna reazione ufficiale da parte dell’Inter, determinata a voltare pagina, la stessa determinazione messa negli ultimi mesi per favorire la cessione. E certo che alcune dichiarazioni di Wanda non sono passate inosservate. Che per Icardi ci possa essere un’altra vita all’Inter non è da escludere solo in termini contrattuali, se è vero che il futuro al Psg è legato a un riscatto da 70 milioni senza alcuna condizione sottostante, dunque totalmente libero. Ma c’è un elemento, un particolare che lascia ben sperare l’Inter i suoi dirigenti. Nel contratto che Icardi ha allungato con i nerazzurri fino al 2022, l’aumento di stipendio fino a 7 milioni scatterebbe non tra 12 mesi, ma eventualmente solo nell’ultima stagione, 2021-22. Rientrando all’Inter a giugno, Mauro tornerebbe a guadagnare gli attuali 4,5 milioni, a fronte di un ingaggio che al Psg la prossima stagione lo porterebbe, bonus compresi, a toccare quota 10 milioni. Insomma, motivi per restare in Francia Icardi ne avrebbe…“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy