Libero – Inter, il vivaio funziona… per il bilancio: 180 mln in 10 anni, Odgaard…

In prima squadra, però, faticano ad imporsi

di Matteo Pifferi, @Pifferii

L’Inter Primavera vola. La squadra di Vecchi sfiderà oggi alla Viareggio Cup la Fiorentina in finale per sollevare un’altra Coppa Carnevale dopo quella del 2015. Il vivaio nerazzurro, come riportato da Libero, funziona eccome anche grazie ad alcune costanti quali sono Vecchi e Samaden. Ciò che però fa effetto è che pochi riescano ad arrivare in prima squadra: tra i nerazzurri, infatti, solo Santon e Pinamonti sono i giocatori ‘fatti in casa’ nella rosa di questa stagione.

In estate le cessioni dei vari Dimarco, Gravillon, Miangue ed Eguelfi hanno contribuito a centrare il rientro di bilancio del FPF entro il 30 giugno. Ed è stato così anche nel passato con i vari Bonucci, Acquafresca, Bolzoni, Fatic e Meggiorini che permisero di diminuire i costi delle operazioni Thiago Motta e Milito. Impossibile dimenticare il caso Balotelli, la cui cessione rappresenta il colpo più pesante in uscita per un ammontare totale di 180 mln dal 2006/2007 in poi. La prossima estate la situazione potrebbe ripetersi: i primi indiziati a lasciare sono Pinamonti (8 mln), Odgaard (7), Zaniolo (4), Emmers (3) e Vanheusden (2,5) per un introito superiore ai 20 mln di euro, cifra che potrebbe attenuare l’investimento legato a Lautaro Martinez.

(Libero)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy