Altobelli: “Tifosi, quello che conta è l’Inter: sostenete Icardi. A fine stagione…”

L’ex attaccante nerazzurro parla del ritorno in campo a San Siro dell’argentino

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Alessandro Altobelli ha commentato l’ormai certo ritorno da titolare a San Siro di Mauro Icardi, che oggi guiderà l’attacco dell’Inter nella sfida contro l’Atalanta.

Altobelli, a San Siro oggi pomeriggio torna Icardi.

Il libro che Mauro ha scritto qualche anno fa ha creato la spaccatura con gli ultrà, non dimentichiamocelo. Quindi già prima di oggi giocando al Meazza sapeva di trovare un’atmosfera particolare. Ma questa situazione si è sempre trasformata in uno stimolo. I fatti degli ultimi mesi hanno però peggiorato il rapporto con i tifosi e altri pezzi di stadio potrebbero fischiarlo.

Cosa consiglia a Mauro?

È bravo perché si fa scivolare addosso ogni cosa, Mauro è freddo, glaciale: questo lo rende più forte, è un vantaggio. Prendiamo il rigore di Genova: non era facile tornare, decidere di tirare e segnare così.

Ai tifosi che cosa dice?

Do loro un consiglio: la partita è molto importante in chiave Champions e allora sosteniamolo tutti. Giocatori e allenatori passano, ma l’Inter resta: Mauro ha la maglia nerazzurra, facciamo il tifo per lui, poi vedremo cosa succederà a fine anno.

Ma con Mauro l’Inter è davvero tanto più forte?

Icardi è uno dei 3-4 attaccanti d’area più forti al mondo, è un vero killer. E allora sfruttiamolo. L’Inter con e senza Mauro ha avuto alti e bassi, ma di sicuro se devo morire in guerra voglio farlo con il fucile carico, non con il fucile in braccio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy