Buffon difende un ex nerazzurro del Triplete: “Dicevano fosse un problema e a me sembrava di impazzire”

Buffon difende un ex nerazzurro del Triplete: “Dicevano fosse un problema e a me sembrava di impazzire”

L’ex juventino prende le parti di Thiago Motta

di fcinter 1908

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Gianluigi Buffon ha preso le difese di Thiago Motta, spesso criticato negli ultimi periodi in Nazionale. Critiche che lo stesso portiere ha provato sulla sua pelle.

“Gigi Di Biagio mi telefona e mi dice che ha bisogno di me per le due amichevoli. Anche se era un momento difficile, per amicizia e senso di responsabilità io ho risposto di sì. Ma a quel punto sono state dette cose vergognose, mi hanno fatto passare per l’imbucato alla festa, per il vecchio che si aggrappa alla poltrona. In tutto il mondo mi vedevano con orgoglio, per come rappresentavo l’azzurro, e la critica parlava solo della necessità di rinnovare. A darmi rabbia non erano le cose su di me, ma che addetti ai lavori non si rendessero conto che per risollevarsi c’era bisogno del giusto mix tra giovani e giocatori esperti. I progetti sui giovani spesso diventano alibi per allontanare la pressione della vittoria. Noi siamo l’Italia e dobbiamo sempre giocare per vincere! La maglia azzurra che ho portato per 25 anni, gloriosa ed emozionante, merita rispetto. In Nazionale devono andarci sempre i migliori, a prescindere dall’età. Come quando contestavano Thiago Motta… Thiago ha vinto due Champions, giocava nel Paris Saint Germain con Verratti. Il problema era Motta? Mi sembrava di impazzire… Semmai gli altri 22… Per vincere servono esperienza, personalità, carisma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy