Cassano, no al Monza di Berlusconi e Galliani: “Mi sento ancora un giocatore da Serie A”

Cassano, no al Monza di Berlusconi e Galliani: “Mi sento ancora un giocatore da Serie A”

L’ex attaccante dell’Inter rifiuta la proposta del club brianzolo

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Antonio Cassano torna a far parlare di se’. L’ex attaccante di Roma, Sampdoria, Inter e Milan, fermo ormai da oltre due anni dopo la fine della seconda, burrascosa avventura con i blucerchiati, ha rivelato a Il Secolo XIX di aver ricevuto e rifiutato una nuova offerta: quella del nuovo Monza targato Silvio Berlusconi e Adriano Galliani.

E’ sempre un onore quando due persone del loro spessore pensano a te. Mi sento ancora un giocatore di Serie A, dove sono convinto di poter fare ancora la differenza. Me se proprio devo scendere di categoria… In Serie B o in Serie C andrei in una sola squadra, l’Entella. Lo farei soprattutto per il rapporto di grande stima e amicizia che coltivo da tempo con il presidente Gozzi e anche con l’ambiente. Chiavari mi piace molto, ci vado spesso con la mia famiglia. E mi piacerebbe scrivere un pezzetto di storia dell’Entella. Sono convinto di potercela fare, assieme a Gozzi, una persona stupenda e squisita. E’ una di quelle sfide che mi intrigano. Offrire il mio contributo per scrivere la storia di una società come l’Entella. C o B non fa differenza per me“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy