CdS – Icardi, doppio tabù da sfatare contro il Torino. E quella profezia di Mazzarri…

L’attaccante argentino cerca un gol che manca da quattro partite

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Contro il Torino, al quale non ha mai segnato in trasferta, e contro Mazzarri, il suo primo allenatore all’Inter”. Apre così l’articolo del Corriere dello Sport in merito al match odierno per Mauro Icardi, una partita speciale anche perché il capitano vorrà interrompere il digiuno di quattro gare senza gol. Contro i granata, Icardi è andato in rete solo in due circostanze rispetto alle undici sfide giocate. “Già pronta la dedica in caso di rete: a Valentino, il figlio di Wanda Nara che ha festeggiato il decimo compleanno con filmati di auguri da parte di Messi, CR7, Cavani e tanti altri”, sottolinea il CorSport.

CONTRO MAZZARRI – Il quotidiano, poi, rimarca il rapporto con Mazzarri, tecnico che lo accolse nel 2013 all’Inter: “Il rapporto con Mazzarri è stato buono, ma niente di più. E nell’ultima partita di Walter sulla panchina nerazzurra, Icardi ha pure protestato per il cambio al 90’, con il punteggio sul 2-2 contro il Verona. «Diventerà un grande giocatore, un centravanti con caratteristiche da vero “9”» la profezia diventata realtà di Mazzarri che, da quando se n’è andato dall’Inter, nei faccia a faccia con Icardi ha all’attivo un pari e una vittoria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy