CdS – Inter, evitata la trappola Samp. Con la Juve…

CdS – Inter, evitata la trappola Samp. Con la Juve…

Il quotidiano analizza la vittoria contro la Sampdoria e parla della grande sfida contro i bianconeri

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

E sono sei! L’Inter di Conte conquista un’altra vittoria in campionato e arriva da capolista al big match in programma domenica prossima contro la Juventus: “L’Inter di ferro di Antonio Conte non si ferma e, grazie alla sesta vittoria di fila in questo incredibile inizio di campionato (meglio solo nel 1966-67 con i 7 successi del Mago Herrera), tra una settimana sfiderà la Juventus guardandola dall’alto in basso. Sarà una partita da brividi, una gara che darà una prima importante indicazione in chiave scudetto. Non succedeva dal girone d’andata del 2017-18 di vivere un derby d’Italia così ad alta quota – si legge sul Corriere dello Sport – Uno spettacolo nello spettacolo al quale i nerazzurri si sono avvicinati con una prestazione convincente in una trasferta che poteva trasformarsi in una trappola e che invece è stata risolta senza eccessivi patemi d’animo. Contro una Sampdoria inerme nel primo tempo e solo un po’ più battagliera in una ripresa giocata con un uomo in più, i nerazzurri hanno ipotecato i tre punti in due minuti, dal 18’ al 20’, grazie i gol di Sensi e Sanchez. Il modo ideale per entrare in una settimana “calda” (mercoledì trasferta a Barcellona, domenica sfida alla Juve) e per lanciare un messaggio al campionato“.

Tante indicazioni positive dopo la trasferta di Genova contro la Sampdoria per Antonio Conte, che segna un nuovo record personale: “Grazie alla miglior partenza della sua carriera, Conte ha confermato sul campo che le sue parole di venerdì sulla Juve e sul Napoli molto più avanti nella corsa al tricolore erano cariche di pretattica: la squadra che il tecnico pugliese ha plasmato al Ferraris ha confermato di essere armonica, di saper girare bene la palla, di avere la giusta distanza tra i reparti e soprattutto ha mostrato movimenti già memorizzati alla perfezione. Rispetto a mercoledì la manovra è sembrata più fluida, con Brozovic regista… da Oscar (e mai fermato da Rigoni), i difensori abili a sganciarsi in fase d’impostazione e gli esterni di centrocampo sempre pericolosi. La Sampdoria è andata in crisi fin dall’inizio: non riusciva a frenare le avanzate degli avversari ed era in difficoltà sia fisicamente sia tatticamente. Demerito dei blucerchiati, ma soprattutto merito di un’Inter in cui tutti sanno cosa devono fare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy