CdS – Inter, perché i mln della Champions sono “più che mai fondamentali”: “L’uscita dal SA…”

Il giudizio del CorSport, tra presente e futuro

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Il traguardo è lì, in vista. Ma deve essere ancora raggiunto. E, infatti, Spalletti si affretta a dire che, prima di qualsiasi discorso, «c’è da risalire sul pullman che porta in Champions». Tra il farlo e non il farlo passa tutta la differenza del mondo. Solo tornando nell’Europa che conta, infatti, l’Inter potrà proseguire nel percorso di crescita imboccato ormai da qualche anno. L’uscita dal settlement agreement è un ulteriore passo avanti, ma non cambia il fatto che si potrà investire solo quanto ricavato. Ecco perché i 60 milioni (tutto compreso), che garantirebbe la sola partecipazione alla Champions, e che consentirebbero di puntare a quota 400 milioni di fatturato, sono più che mai fondamentali”. Apre così l’articolo del Corriere dello Sport in merito a Napoli-Inter, una gara che, in caso di successo, potrebbe garantire ai nerazzurri l’aritmetica qualificazione in Champions League che, in caso di sconfitta o pareggio, resterà in bilico fino all’ultima giornata quando arriverà l’Empoli a San Siro.

ICARDI – Spalletti, in conferenza stampa, ha parlato anche del rendimento di Mauro Icardi, la cui presenza è in dubbio e in ballottaggio con Lautaro Martinez: Spalletti “sostiene pure che c’è da credergli se afferma di volere rimanere («Do sempre valore alle cose che si dicono. Icardi è un buon ragazzo e un bravo calciatore. Bisogna tenere in considerazione ciò che dice. A noi fa piacere»), anche se poi dalle parole bisogna passare ai fatti. Ed è un fatto che l’Inter intenda fare di tutto per venderlo. Peraltro, la sua eredità è stata già raccolta da Lautaro”, chiosa CorSport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy