Cedric: dinamicità, disciplina e grande qualità. L’Inter lo segue dal 2016 e anche Marotta…

L’esterno inizierà oggi la sua avventura nell’Inter e sarà subito a disposizione di Spalletti

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Dopo Cancelo, l’Inter avrà un altro portoghese sulla fascia destra: Cedric Soares che arriverà in prestito con diritto di riscatto dal Southampton. Oggi Cedric inizierà la sua nuova avventura in nerazzurro e sarà subito a disposizione di Spalletti.

“Rispetto al predecessore, oggi juventino, Cedric è meno appariscente, meno «regista defilato», ma molto più dinamico. La corsa e la disciplina tattica sono alcune delle sue caratteristiche migliori, ma la qualità dei piedi è alta. Destro naturale, sa crossare con entrambi i piedi: se cercate un suo video, troverete una bella punizione a giro nel sette con i Saints. Non è che segni così tutte le settimane (2 gol in Inghilterra), ma la qualità di tocco può venire buona per la costruzione da dietro, una necessità di Spalletti e un limite di D’Ambrosio, per il resto molto apprezzato dal tecnico. Sulla tenuta difensiva garantisce Fernando Santos, che sull’ermeticità della difesa ha costruito la vittoria nell’Europeo 2016, dagli ottavi in poi. Sulla dinamicità e la voglia di lottare le referenze arrivano dalle oltre 100 presenze in Premier in 3 stagioni e mezza (arrivò nel 2015 dallo Sporting per 7 milioni). Soares, fisico compatto (171 centimetri di altezza) al Southampton è stato titolare inamovibile fino all’arrivo in panchina di Ralph Hasenhüttl, ex tecnico del Lipsia. L’austriaco è un convinto fautore del 3-5-2 con esterni di centrocampo più offensivi: Cedric ha perso spazio e lo stesso allenatore ha dato il via libera alla cessione. L’Inter, che lo aveva già seguito nel 2016, e Marotta, che lo aveva considerato come sostituto di Dani Alves per la Juve, hanno colto subito l’occasione”, si legge su La Gazzetta dello Sport.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy