Ceo Brugge: “Molti giovani del Belgio hanno fallito all’estero. Vanheusden, Miangue…”

Il Ceo del club belga ha parlato di alcuni giovani giocatori considerati delle promesse, ma che all’estero non hanno avuto fortuna

di Gianni Pampinella

Vincent Mannaert, Ceo del Club Brugge, si augura che il ritorno in Belgio dei vari Vanheusden, MiangueBossaerts, porti a fare delle riflessioni ai genitori dei giovani giocatori e ai calciatori stessi. “Spero che molti giovani giocatori e soprattutto i genitori, notino questa tendenza insieme a me. La conclusione è che tutti quei giocatori hanno fallito all’estero. Sono andati via quando avevano quattordici, quindici, sedici anni, in un momento in cui erano i migliori della loro età. Spesso sono andati in grandi club. Ma oggi, puoi affermare che nessuno dei ragazzi che sono tornati, ha avuto successo all’estero. Ciò deve indurre le persone a pensare. Vanheusden è tornato a gennaio e non ha quasi giocato. Miangue non vedo direttamente titolare nello Standard. Bossaerts ha giocato poco. Auguro a loro di fare molto bene in questa stagione, forse non hanno preso la decisione migliore di andare all’estero a quell’età“.

(sportmagazine)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy