Cesari: “Var? Primo anno bene, poi abbondanza di presunzione. Challenge? Dico sì perché…”

Cesari: “Var? Primo anno bene, poi abbondanza di presunzione. Challenge? Dico sì perché…”

Le parole dell’ex arbitro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Graziano Cesari, ex arbitro, ha parlato così del momento del Var e dell’eventuale introduzione del Challenge:”Il VAR funzionava molto bene, il primo anno è stato piacevole, veniva utilizzato nel modo migliore. Io credo che la sacralità del ruolo stia diventando qualcosa in più. Abbiamo visto in certe situazioni un’abbondanza di presunzione, non è possibile che l’arbitro veda meglio di una macchina. Questo eccesso di presunzione, questo qualunquismo, questa superficialità non mi piacciono. Il Var a chiamata? E’ giusto, sono favorevole perché anche le squadre hanno diritto. Credo che la FIGC abbia fatto una cosa che gli arbitri non avrebbero mai fatto. In questo momento non so se il regolamento viene applicato dalla FIGC o dall’AIA. Inserire il Challenge potrebbe voler dire anche ammettere, da parte degli arbitri, il proprio errore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy