Champions, l’Inter se la sta guadagnando lontano dal Meazza. Ruolino migliore via da San Siro

L’Inter nelle ultime 12 gare ha conquistato 8 punti al Meazza e 10 fuori

di Andrea Della Sala, @dellas8427
L’Inter è la squadra nettamente in vantaggio nella corsa Champions. Quei cinque punti sulle inseguitrici sono un bel tesoretto e le prossime sfide possono aiutare Spalletti a blindare la qualificazione. Domenica sera i nerazzurri saranno di scena a Frosinone, squadra in cerca di punti, ma l’Inter in trasferta ha un buon ruolino di marcia.
“La formazione di Spalletti da gennaio in poi ha disputato 12 gare in campionato, 6 in casa e altrettante fuori. Nelle prime ha totalizzato 8 punti, nelle seconde 10. Qualcuno potrà obiettare che tra le sfide esterne c’è anche il derby che si è disputato al Meazza, ma con il fattore campo a favore del Milan. Vero, ma resta il fatto che, rispetto al girone d’andata, la tendenza si è invertita. Da agosto fino a dicembre infatti Icardi e compagni avevano ottenuto 22 punti in 9 partite a San Siro e 17 nei 10 match… on the road. Avevano vinto la metà di quest’ultimi, ma avevano pagato a caro prezzo gli scivoloni sui campi di Sassuolo, Atalanta e Juventus oltre che i pareggi incassati nel finale contro la Roma e il Chievo. In casa, invece, a parte un inizio stentato contro Torino (2-2) e Parma (ko per 1-0), la marcia era stata autoritaria con 7 affermazioni filate. E nel girone di ritorno? Qualcosa a San Siro si è inceppato visto che sono arrivate 2 affermazioni, 2 pari e 2 ko. La media punti al Meazza è così passata da 2,44 a incontro a 1,33, mentre quella in trasferta è rimasta sostanzialmente invariata (da 1,7 a 1,66).  Una delle spiegazioni del perché l’Inter ha iniziato a stentare tra le mura amiche va ricercata nelle difficoltà sottoporta. Da gennaio in poi i gol realizzati in casa sono stati appena 4 in 6 match e in 4 occasioni, contro Sassuolo, Bologna, Lazio e Atalanta, i nerazzurri non sono riusciti a battere il portiere avversario. Il caso Icardi ha sicuramente contribuito, ma sono mancati anche i marcatori “alternativi” se è vero che nelle 9 partite interne del girone d’andata le reti al Meazza erano state 17, quasi 2 di media. In controtendenza invece il dato in trasferta: nelle prime 10 sfide fuori i gol all’attivo erano stati 14, mentre nelle ultime 6, complice la goleada di Genova contro i rossoblù, sono 12″, spiega il Corriere dello Sport.

Rimane un dato più che confortante per Spalletti che è quello relativo alle reti subite al Meazza: erano state 4 nei primi 9 appuntamenti interni e sono 3 dopo i primi 6 del girone di ritorno. Cifre che fanno dell’Inter la miglior difesa casalinga non solo della Serie A, ma anche dei 5 principali campionati europei (a pari merito con l’Atletico Madrid; meglio del Psg)”, si legge sul quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy