Condò: “Rosso a Balotelli a Kazan? Mou ride come si fa con un figlio lazzarone ma in realtà…”

Condò: “Rosso a Balotelli a Kazan? Mou ride come si fa con un figlio lazzarone ma in realtà…”

Le considerazioni di Condò su Rubin Kazan-Inter del 2009

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Anche Josè Mourinho ci ha messo del suo, anticipando di un quarto d’ora l’espulsione di Kazan per insaporire un racconto alla Cnn: «Nell’intervallo parlo solo con lui, gli dico “Mario, ti hanno ammonito, non rischiare più nulla perché non posso sostituirti, non ho altre punte”. Minuto 46: fallo, Mario espulso». Detta così fa ridere, e difatti Mou – nel servizio recuperabile su YouTube – ride in modo anche affettuoso, come si fa con un figlio lazzarone. Invece il secondo cartellino giallo – archivio Fifa docet – viene sventolato al minuto 60: sempre un’imperdonabile leggerezza, ma non più una cretinata da scemo del villaggio. La questione è che siamo tutti legati all’immagine di un Balotelli istintivo – diciamo così… – e ci basta quindi un’unghia per recuperare la vecchia idea non del dito né della mano, ma direttamente del braccio”. Intervenuto sulle colonne de La Gazzetta dello Sport, Paolo Condò ha commentato così le famose dichiarazioni di José Mourinho su Mario Balotelli, espulso nel match di Champions League contro il Rubin Kazan nel settembre 2009.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy