La Stampa – Conte, dialettica singultante ma iradiddio sui campi. Sensi e Barella per lui…

Il giornale torinese parla dell’allenatore nerazzurro e di come con il suo lavoro sia riuscito a valorizzare anche i comprimari

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Il quotidiano La Stampa oggi dedica un articolo all’anno degli allenatori. E quando è stato il momento di Conte, dell’allenatore nerazzurro è stato scritto: “Che ogni tanto sbrachi, con quella sua dialettica singultante, non è una novità. Che sui campi d’allenamento, al riparo dai microfoni, sia un’iradiddio, nemmeno”.

E ancora: “Ha fallito di un soffio il passaggio in Coppa, nel girone di ferro. Ma in campionato ha affiancato la Juventus, pur avendo dovuto rinunciare a Sensi e Barella. Sono i due giovani che più somigliano all’Inter che ha in mente. La mano del grande allenatore si vede sia nella coppia di campioni davanti, che sembrano giocare insieme chissà da quanto, sia nella rivalutazione dei comprimari, Candreva, Gagliardini, Borja Valero che, a chiamata, tornano a giocarsela da protagonisti“.

(fonte: La Stampa)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy