Conte e l’orgoglio da perfezionista: col Verona per tornare ‘dinamite’

Conte e l’orgoglio da perfezionista: col Verona per tornare ‘dinamite’

L’Inter e Conte ripartono dalla sfida col Verona

di Alessandro De Felice, @aledefelice24
Antonio Conte

L’ultima tappa di un ciclo terribile. L’Inter si appresta ad affrontare il Verona nell’ultima gara prima della sosta. Una sfida particolare per i nerazzurri e soprattutto per Antonio Conte, che ieri in conferenza stampa ci ha tenuto a spiegare le sue parole a caldo nella pancia del Signal Iduna Park di Dortmund: “Non era un sfogo, ma una maniera costruttiva di cercare di capire dove si è commesso qualche errore“.

L’orgoglio del perfezionista che sa che qualcosa l’altra sera non ha funzionato” scrive la Gazzetta dello Sport. Conte difende i suoi ragazzi ma si sofferma sul fattore numerico. I suoi ragazzi stanno dando tutto ma la rosa corta lo limita nelle scelte.

Il suo obiettivo è quello di alzare l’asticella per lottare subito per lo scudetto. Come? Sfruttando la sua strategia, ovvero quella di tenere tutti sulla corda e pretendere sempre qualcosa in più. A partire dalla gara di oggi col Verona, per voltare pagina e tornare – come ha già detto Conte – ad essere ‘dinamite’.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy