CorSera – Marotta impacchetta i regali: chance ‘Capitale’, ma attenzione a un’arma letale

La sfida di questa sera offre all’Inter una grande opportunità per scappare in vetta alla classifica

di Alessandro De Felice

Un’occasione ‘Capitale‘ per scappare a +4 e mettere pressione alla Juventus, impegnata domani Olimpico di Roma contro la Lazio. Così il Corriere della Sera definisce la sfida nella quale l’Inter di Antonio Conte ospita la Roma. Un appuntamento che diventa subito cruciale per dare una sterzata al campionato dopo il sorpasso di cinque giorni fa.

La sfida di San Siro è ricca di temi, a partire dagli amori mai consumati: da una parte Antonio Conte, che come ha lui stesso confermato poteva finire alla Roma in estate ma ha deciso di rifiutare la proposta, dall’altra Edin Dzeko, trattato a lungo dai nerazzurri e che stasera proverà a far male proprio a quella che poteva essere la sua squadra.

Ad Appiano Gentile bisogna fare i conti con le assenze e una rosa ridotta ai minimi termini a centrocampo: “Antonio Conte aspetta con ansia l’arrivo di Babbo Natale […]. L’Inter massacrata dagli infortuni è ormai temprata mentalmente per viaggiare in emergenza, anzi sembra quasi diventare più forte nelle difficoltà. […]La sosta di Natale è ancora lontana, «inutile piangersi addosso» sottolinea l’allenatore nerazzurro, in attesa della pausa non solo per recuperare Sensi, Barella e Sanchez, ma pure per scartare i regali (Vidal e Kulusevski per primi) che l’ad Beppe Marotta sta provando a impacchettare“.

L’Inter punta sulla verve realizzativa dei suoi attaccanti per far male alla Roma e volare momentaneamente a +4 sulla Juventus: “È sempre andata in gol in tutte le gare della stagione e poggia sulla coppia Lukaku-Lautaro, spinta dall’entusiasmo e gonfiata da numeri mostruosi: 24 reti in due tra serie A e coppa“. La squadra di Conte dovrà fare attenzione anche al grande ex, Nicolò Zaniolo. “La Roma gira attorno a Dzeko, ha recuperato una freccia importante come Mkhitaryan e ha nell’ex Zaniolo un’arma letale. Di rimpianti però non vive l’Inter. Qualche rammarico per la cessione di Zaniolo resta“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy