Corvino: “Arbitro mandato a quel paese e nessun cartellino. C’è disparità di giudizio”

La Fiorentina, dopo il pari con la Samp, protesta per l’arbitraggio e per la disparità di trattamento in certe situazioni

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

La Fiorentina protesta ancora contro gli arbitri. Pantaleo Corvino ha parlato alla fine della gara contro la Samp finita 3 a 3. «Ci avevamo messo qualità ed eravamo andati in vantaggio meritatamente, mi aspettavo una direzione diversa di gara rispetto a come siamo stati arbitrati tante volte che non ci hanno portato ad ottenere risultati che meritavamo sul campo. Abbiamo rimediato alla fine, siamo una squadra che lavora e soffre per i risultati, oggi è stata una gara sofferta, non c’è stata qualità nei giudizi e da una gara in discesa è diventata una gara in salita. Per fortuna siamo una formazione che non molla e abbiamo ottenuto il pari, ma tanta sofferenza per la mancanza di equità di giudizio. Cosa non mi è piaciuto? Non mi è piaciuto l’arbitraggio, ero molto vicino a certe situazioni, vedere l’arbitro essere mandato a quel paese e non usare cartellini mi è sembrata una cosa di poca qualità mentre in altre gare noi paghiamo certe cose a caro prezzo». 

(Fonte: SS24)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy