Criscitiello attacca Wanda: “Agente e opinionista? Incompatibilità fa rima con incapacità. Se un giorno…”

La posizione del collega sulla vicenda del rinnovo di contratto di Mauro Icardi e sulle esternazioni di sua moglie Wanda Nara

di Daniele Vitiello, @DanViti

Duro l’attacco di Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia, nei confronti di Wanda Nara, in seguito al polverone sollevato nelle ultime settimane per il rinnovo di contratto di Mauro Icardi con l’Inter: “Quello che sbagliano “Gli Icardi” sono i metodi, i tempi e la strategia comunicativa. I tweet illusori per poi scoprire che si trattava di un contratto per sponsor tecnico, le finte minacce e le pressioni. Wanda Nara non è nata agente di calciatori. Lo è diventata perché Icardi si è innamorato di lei. Un conto è fare la moglie, dove giustamente può dare tutti i consigli che vuole al marito, ma un altro conto è fare le strategie di mercato e trattare per conto del marito. Ognuno deve fare il proprio mestiere. Wanda non fa la procuratrice. Se poi aggiungi anche che ti metti a fare l’opinionista televisiva, capirai bene, che incompatibilità fa rima con incapacità. Ci spiace perché Wanda è simpatica, ci piace come persona, come gestisce le sue cose extra calcio, mamma amorevole e moglie attenta; forse troppo. Il lavoro, però, è lavoro e Mauro è il colpevole numero uno di questa storia. Icardi ha bisogno di un Professionista, con la P maiuscola volutamente, che lo segua. Dalla A alla Z. Dal contratto alla gestione dell’immagine. Se un giorno dovesse andare al Real Madrid, Wanda dovrebbe abbassare un pò i toni e non capiamo perché non lo inizi a fare all’Inter. Icardi, oltre i pantaloncini in campo, dovrebbe indossare i pantaloni in casa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy