Crollo Juve: -25% in borsa, perdita di 33 mln. Ma il vero incubo potrebbe essere alle porte

E’ costata carissimo ai bianconeri l’eliminazione dalla Champions League

di Marco Macca, @macca_marco

E’ costata carissima, alla Juventus, l’eliminazione dai quarti di finale di Champions League maturata ieri all’Allianz Stadium contro l’Ajax. Come riportato da gazzetta.it, infatti, il club bianconero si è risvegliato con un duro crollo in borsa e perdite economiche tutt’altro che trascurabili:

La Juventus brucia 13 milioni e rinuncia a un potenziale incasso fino a 33 milioni. E’ questo l’effetto economico, in termini di premi Uefa, dell’eliminazione per mano dell’Ajax ai quarti di Champions League. In Borsa il titolo bianconero ha fatto segnare -25% nelle prime battute ed è stato sospeso. Ma l’uscita di scena può comportare anche – e questo è l’aspetto più significativo – un rallentamento del piano di crescita quinquennale varato dal club e imperniato attorno all’acquisto dell’icona Cristiano Ronaldo (…). Ma ci sono conseguenze, non quantificabili, sui tempi del progetto di espansione globale. Ronaldo doveva servire alla Juve per migliorare la sua competitività in Champions, cioè arrivare fino in fondo e possibilmente vincerla, e per far impennare il fatturato del club, una volta che fosse stato percepito davvero come una big del calcio mondiale. La mancata permanenza del marchio Juve nei mercati internazionali della fase clou della Champions, da qui a giugno, non sarà indolore“.

(Fonte: gazzetta.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy