D’Amico: “Napoli-Inter? Conte ha lavorato troppo, per questo passeranno gli azzurri”

D’Amico: “Napoli-Inter? Conte ha lavorato troppo, per questo passeranno gli azzurri”

Le parole dell’ex calciatore in vista della sfida di Coppa Italia tra le due squadre in programma sabato sera

di Daniele Vitiello, @DanViti

A parlare dei temi di giornata a TMW Radio, durante Maracanà, è stato l’ex calciatore Vincenzo D’Amico.

Ibra dice che questo non è più il suo Milan?
“Lo è mai stato? Ha fatto vedere cose buone ma da solo non poteva cambiare il volto della squadra. Ha fatto quello che poteva in un Milan con diverse difficoltà e una mancanza d’identità. E’ rimasto il nome del Milan ma ci sono pochi giocatori da Milan”.

Ce lo vede Ibra al Monza?
Non scherziamo, non può finire la carriera in Serie B. Con questi dirigenti il club può fare tanto, ma non lo vedo andare lì”.

Come considera la sfuriata di Ibrahimovic?
“E’ stato un grande giocatore, a questo punto dovrebbe essere più sereno. Si vanta di 300 milioni in banca e un’isola. Credo che ora giochi per passione”.

Ibra assomiglia a Chinaglia come personalità?
“Giorgio era uno pesante come carisma. Ti faceva pesare passaggi sbagliati e altro. Una volta che faceva gol, gli potevi fare quello che volevi, ma Ibra non è così”.

Quante possibilità ha il Milan domani sera nel ritorno di Coppa Italia contro la Juventus?
“E’ un enigma questa ripartenza, non sappiamo come arriveranno le squadre dopo tre mesi di sosta. Tre mesi fa avrei detto senza dubbio Juve, oggi invece è tutto da scoprire. Il Milan di sicuro vorrà fare belle figura, quindi sarà una bella partita”.

Come commenta le parole di Sarri su Dybala e la difficoltà a schierarlo?
“Se ho Ronaldo e Dybala, cerco di farli assistere al maglio dagli altri. Il problema per Sarri è uno. Con Ronaldo allena dieci giocatori, con Dybala nove. Non avere due elementi che non rientrano è un problema”.

Incuriosisce di più Napoli-Inter. Sarà una partita equilibrata?
“L’Inter forse ha lavorato troppo, per questo mi prendo il Napoli. Conte ha fatto una preparazione importante, che a inizio anno gli ha portato risultati positivi. Il Napoli è molto più omogenea come squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy