De Boer accusa la società, a Sky la vedono così: “Un enigma. La catena di comando…”

De Boer accusa la società, a Sky la vedono così: “Un enigma. La catena di comando…”

Ospiti degli studi di Sky Calcio Show, i talenti Marocchi, Condò e Ambrosini hanno commentato così le parole di De Boer sulla società Inter

di Dario Di Noi, @DarDinoRio

Le forti dichiarazioni a firma De Boer, raccolte ieri da FCINTER1908.it (clicca qui per leggere l’articolo), hanno fatto discutere i talent di Sky ospiti di Ilaria D’Amico. “All’Inter tutti hanno il potere, ma in realtà nessuno ce l’ha”. Insomma, un’accusa alla società che Marocchi, Condò e Ambrosini hanno commentato in questo modo.

MAROCCHI“Vorrei essere Pioli per poter rispondere. L’Inter rimane un’incognita stando seduti qui. Immaginando qualcosa, conoscendo le persone che lavorano lì e i giocatori, il tutto rimane un grande enigma. A questo punto dico che non è colpa solo della società, perché se la società è assente, lo spazio alla fine se lo prende l’allenatore, prendendo decisioni forti. Male certe scelte della società”

CONDO’“I tifosi dell’Inter su Twitter mi hanno fato notare più volte come la presenza di Zhang coincida con ottimi momenti, non ultima la vittoria sulla Fiorentina. Appena Zhang riparte, la squadra va incontro a figuracce. Insomma, col manico presente, che si fa sentire… Io continuo a pensare che questa catena di comando, che passa da un Thohir che ha venduto l’azienda, vada semplificata”.

AMBROSINI“Non è questione di chi ha potere, il fatto è che chi ha potere non ha fatto le scelte giuste, a livello di tempistiche. Mandare via un allenatore come Mancini, che aveva gettato delle basi, per prendere un allenatore che voleva una realtà nuova è stata una scelta che non ha funzionata. Pioli verrà giudicato da qui a un mese, ha avuto troppo poco tempo per essere valutato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy