L’avv. di Cintio: “ASL, allarme Marotta è fondato. Serve una linea comune. La Figc…”

L’esperto di diritto sportivo ha espresso un suo parere sull’intervento fatto dall’amministratore delegato dell’Inter

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Cesare Di Cintio, esperto di diritto sportivo, ha commentato quanto detto ieri da Marotta sulle ASL e su una centralizzazione nella gestione dei casi di covid19, rispetto alle convocazioni delle Federazioni. «Purtroppo l’allarme lanciato da Beppe Marotta è fondato», ha sottolineato l’avvocato. «Il calcio italiano non può essere determinato in alcun modo da differenti prese di posizione dell’Asl, da regione a regione. Non è possibile che i calciatori di alcune squadre siano spediti in Nazionale ed altri no. Capisco lo sfogo e la richiesta d’intervento al Ministro dello Sport Spadafora. Serve una linea comune: il calcio ormai è un’industria e come tale dev’essere trattato. Non ho dubbi che la Figc saprà far valere le proprie ragioni anche in questa istanza», ha concluso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy