Eintracht Francoforte, tifosi ai ferri corti con questura e federcalcio: questi i motivi

Eintracht Francoforte, tifosi ai ferri corti con questura e federcalcio: questi i motivi

Tifosi tedeschi in protesta negli ultimi

di Daniele Vitiello, @DanViti
Saranno tantissimi, circa 16 mila (secondo il Corriere dello Sport) i tifosi dell’Eintracht di Francoforte che si presenteranno a Milano nelle prossime ore per sostenere la loro squadra nella trasferta al Meazza, dove però entreranno solo 13.500. Il Corriere dello Sport spiega: L’Eintracht, sul suo sito, ha messo in guardia contro i bagarini. I voli per Milano, charter e di linea, sono esauriti. Molti hanno prenotato l’aereo immediatamente dopo il sorteggio. La massa si sposterà in pullman, in ferrovia e con auto private. Sarà un’invasione pacifica, diversamente da Italia ’90 quando vandali tedeschi devastarono Piazza del Duomo costringendo le forze dell’ordine a effettuare centinaia di arresti. Questa volta tutto dovrebbe filare liscio. «Non c’è alcun motivo di temere incidenti», ha assicurato ieri Jan Strasheim, direttore della comunicazione dell’Eintracht. Gli ultras sono ai ferri corti con la questura di Francoforte (per la prevenzione giudicata troppo repressiva) e con la federcalcio (per il posticipo di campionato il lunedì). L’altro ieri, a Düsseldorf, i 3.500 fan francofortesi per protesta hanno disertato il primo tempo e il tris della vittoria è stato realizzato nella ripresa dopo il loro “caloroso” ingresso nello stadio. L’Eintracht non ha reclamato per il fatto che la partita del lunedì è stata disputata appena 70 ore prima del calcio d’inizio di San Siro. «I nostri giocatori sono professionisti che devono essere capaci di sostenere questo sforzo», ha fatto notare spartanamente il consigliere esecutivo Fredi Bobic”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy