Inter, Eriksen risponde alle ‘accuse’: corre più di tutti e ruba palloni. E con la Roma…

Il danese è in crescita e i numeri smentiscono le accuse rivolte al centrocampista ex Tottenham da quanto è arrivato in Italia

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Con Antonio Conte ‘gli esami non finiscono mai’. Ma i segnali di Christian Eriksen a Ferrara contro la Spal sono stati incoraggianti, anche se potrebbero non bastare per strappare una maglia da titolare all’Olimpico di Roma domani sera contro i giallorossi di Paulo Fonseca.

Secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, al momento le gerarchie vedono Borja Valero davanti al danese ex Tottenham. Eriksen sta facendo di tutto per convincere Conte. Se la mobilità era una delle accuse, contro la Spal il danese ha risposto: “Giovedì è risultato essere il nerazzurro che ha corso di più (quasi 11 chilometri e mezzo) e con la velocità media più alta (8,1 km/h)“.

Tanto movimento, ma non solo: “A questo ha aggiunto sette palle recuperate (l’interdizione, altro oggetto del contendere), senza rinunciare alle specialità della casa, i lanci, i cross, le aperture e i tocchi di prima“. A giocare contro Eriksen all’Olimpico contro la Roma la necessità di Conte di “andare sul sicuro” e fare punti. Ma in caso di maglia da titolare, la sfida con i giallorossi diventerebbe un test importante in chiave futura.

Intanto Eriksen professa calma, sia attraverso i social che con il suo entourage. Il danese è paziente e sicuro dei propri mezzi. Secondo la Rosea, l’Europa League potrà giocare un ruolo importante: “Lì ha segnato la sua prima rete interista e nel contesto delle coppe, di cui ha ampia esperienza, può trovare marcature meno tattiche e qualche spazio e tempo di gioco in più per illuminare con la sua classe“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy