Eto’o: “Razzismo? Se è un problema oggi, lo era anche ieri. Inter? Da scudetto e…”

L’ex nerazzurro ha partecipato ad un evento organizzato da Vanity Fair e ha risposto anche alle domande di Skysport

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

A margine di un evento di Vanity Fair, Samuel Eto’o ha parlato della questione razzismo ai microfoni di Skysport: «Non penso che il calcio italiano stia vivendo un periodo più difficile rispetto al passato. Penso che la vera emergenza siano i politici che strumentalizzano anziché risolvere i problemi. Non credo che l’Italia abbia un problema di razzismo. A Milano basta andare in via Montenapoleone per vedere quante persone di origine africana vi lavorano. Lo stesso non accade a Parigi o Londra». 

-La reazione di Balotelli ai cori razzisti: ha fatto bene?

Certo che Balotelli ha fatto bene a reagire così. Non fraintendetemi, l’avrei fatto anche io. Sto dicendo che se c’è un problema di razzismo oggi in Italia, c’era anche in passato. La mia impressione è che ora sembri più grave perché ci sono dei politici che cavalcano il problema. Mario ha avuto la reazione che avrei avuto io e altri mln di giocatori. C’è un fatto. Mario è italiano. Io una proposta l’ho fatta e la sanno tutti. Più che i calciatori riguarda i presidenti, la Federazione, la Lega Calcio. Si nascondono. E non si prendono le loro responsabilità, devono agire. 

-Solo per salutarci, l’Inter è già da scudetto da quest’anno? 

Non solo da scudetto. Anche da Champions League. 

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy